16:33 17 Giugno 2019
Manifestazione contro lo sponaggio della NSA in Germania

Wikileaks svela lo spionaggio NSA ai danni dell'Eliseo

© AP Photo / Gero Breloer
Mondo
URL abbreviato
0 010

Dal 2006 al 2011 la National Secuity Agency statunitense ha intercettato sistematicamente le comunicazioni di tre presidenti della Repubblica francese. Irritazione dell'Eliseo e riunione di emergenza. Gli USA: Non prendiamo di mira le conversazioni del presidente Hollande.

Inaccettabile. Si può riassumere con una parola la posizione dell'Eliseo dopo le rivelazioni uscite questa mattina dal sito Wikileaks sullo spionaggio sistematico che l'NSA americana avrebbe operato ai danni dell'alleato francese dal 2006 al 2011. Il sito di whistleblowing creato da Julian Assange riporta del lavoro portato avanti dall'organizzazione in collaborazione con le testate francesi Liberation e Mediapart.

Julian Assange, fondatore di Wikileaks,è rinchiuso da tre anni nell'ambasciata dell'Ecuador di Londra per scongiurare di essere estradato in Svezia
© Sputnik . JOHN STILLWELL / POOL
Julian Assange, fondatore di Wikileaks,è rinchiuso da tre anni nell'ambasciata dell'Ecuador di Londra per scongiurare di essere estradato in Svezia

Sono stati tre i presidenti messi sotto osservazione dall'ente americano per la sicurezza nazionale, che ha intercettato in questi anni le conversazioni di Chirac, Sarkozy e Hollande.

Proprio il presidente Hollande questa mattina alle 9 ha convocato una riunione d'urgenza del consiglio di Difesa all'Eliseo che è ancora in corso. L'esecutivo francese ha commentato la notizia definendo i fatti "inaccettabili tra alleati".

Le due testate che hanno collaborato all'inchiesta hanno reso noti 5 rapporti del NSA, classificati come TOP SECRET, basati su "intercettazioni di comunicazioni". Secondo quanto riportato dalla stampa internazionale in queste ore i documenti in mano a Wikileaks potrebbero contenere anche i numeri telefonici di alti funzionari dell'Eliseo.

Dagli Stati Uniti arriva una secca smentita, riferita però soltanto al presente.

"Non abbiamo come obbiettivo e non l'avremo nel futuro le comunicazioni del presidente Hollande"

è quanto ha dichiarato Ned Price, portavoce NSA all'agenzia France Press. E mentre nessuna reazione si è ancora registrata dagli entourage degli ex presidenti Jacques Chirac e Nicholas Sarkozy, è stato un portavoce dell'attuale esecutivo a rompere il silenzio questa mattina.

"Francia e Stati Uniti sono spesso alleati nel mondo a favore della democrazia e della libertà — ha dichiarato questa mattina Stéphane Le Foll, ministro portavoce del governo — che ci sia stata questa copertura evidentemente non è né accettabile né comprensibile".

Correlati:

WikiLeaks: USA, UE e WTO tramano in segreto "contro BRICS"
Wikileaks pubblica i segreti dell'accordo TTIP
Wikileaks offre 100mila dollari a chi rivelerà il TTP
Wikileaks svela i piani UE: Guerra ai trafficanti
Tags:
Nicolas Sarkozy, François Hollande, Spionaggio, Wikileaks, NSA, Jacques Chirac, Julian Assange, Francia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik