10:21 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Bandiere di Israele e Palestina

    ONU: a Gaza crimini di guerra palestinesi ed israeliani

    © Fotolia/ viperagp
    Mondo
    URL abbreviato
    0 20

    Diffuso oggi a Ginevra il rapporto indipendente ONU sulla guerra nella Striscia di Gaza del 2014. Pesanti accuse ad entrambi gli schieramenti.

    La commissione indipendente d'inchiesta delle Nazioni Unite sulla guerra a Gaza del 2014 ha reso noto di avere raccolto "informazioni sostanziali che mettono in evidenza possibili crimini di guerra messi in atto da Israele e dai gruppi armati palestinesi".

    Sono queste le conclusioni della commissione Onu guidata dall'americana Mary McGowan Davis.

    Le accuse agli israeliani, si legge nel rapporto diffuso oggi a Ginevra, si concentrano essenzialmente sulle modalità dei radi aerei.

    Parlando di "impunità che ha prevalso a tutti i livelli", il documento descrive gli oltre6mila raid aerei portati dall'aviazione israeliana sulla striscia di Gaza in 51 giorni di operazione, che portarono alla morte "1.462 civili palestinesi, un terzo dei quali bambini".

    Le distruzioni nella Striscia di Gaza.
    © AP Photo/ Khalil Hamra
    Le distruzioni nella Striscia di Gaza.

    "Il fatto che la leadership politica e militare israeliana non modificò il suo corso d'azione, malgrado le considerevoli informazioni sul massiccio tasso di morte e distruzione a Gaza, suscita interrogativi circa potenziali violazioni del diritto internazionale da parte di questi funzionari, che possono equivalere a crimini di guerra".

    Queste le accuse ad Israele, che per bocca del premier Benjamin Netanyahu ha reagito duramente, parlando di inchiesta faziosa, essendo il Consiglio dei diritti dell'uomo di Ginevra "ossessionato" e "prevenuto" su Israele.

    Per quanto riguarda le accuse mosse ai gruppi palestinesi, il rapporto ONU denuncia le esecuzioni di quei palestinesi che vennero ritenuti "collaborazionisti", effettuate da Hamas nel corso del conflitto. Condannati anche i lanci di razzi in direzione del territorio israeliano, in tutto 4.881, ed i 1.753 colpi di mortaio, definiti "indiscriminati".

    Durissima la reazione di Hamas, che ha chiesto tramite un suo portavoce all'Autorità Nazionale Palestinese di sottoporre il rapporto ONU alla Corte Penale Internazionale per perseguire Israele.

    "L'occupazione israeliana — ha dichiarato Sami Abu Zuhri — si è macchiata di crimini contro civili".

    Correlati:

    Israele bombarda Gaza. Ma il primo attacco proveniva dall’Isis
    Tags:
    Occupazione, Consiglio dei diritti dell'uomo, Hamas, ONU, Benjamin Netanyahu, Striscia di Gaza, Israele
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik