10:13 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    migranti

    Migranti, il compromesso europeo sulle quote

    Mondo
    URL abbreviato
    0 04

    Le anticipazioni dell'accordo che verrà discusso e approvato al prossimo Consiglio UE di giovedì: si alla redistribuzione entro fine luglio di 40mila profughi da Italia e Grecia, ma saranno i governi a deciderne le modalità.

    A due giorni dall'importante Consiglio Europeo, con il dossier Grecia sul tavolo, altre importanti decisioni dovranno essere assunte nella due giorni di Bruxelles. Tra queste, l'approvazione dell'accordo sulla redistribuzione dei migranti, nell'ambito dell'Agenda UE varata dalla Commissione lo scorso aprile.

    Dopo le resistenze di molti paesi membri, che hanno rifiutato categoricamente l'obbligatorietà del meccanismo di ricollocamento dei migranti da Italia e Grecia, secondo quote fissate da criteri stabiliti dall'UE, i quotidiani italiani rilanciano in queste ore indiscrezioni su un possibile accordo.

    In particolare su La Stampa, è apparsa in queste ore la bozza che, a meno di modifiche dell'ultimo minuto, dovrebbe rappresentare la soluzione di compromesso trovata dai 28 membri UE.

    Nel documento si legge infatti che i Paesi membri accetteranno la ricollocazione dei 40mila profughi, come richiesto dalla Commissione, dandosi fino a luglio come termine temporale per deciderne le modalità e le quote. Un modo per dire sì alla richiesta formulata dal team Juncker, senza però che questo diventi la regola. In altre parole, così come si legge nel documento pubblicato dal quotidiano torinese, quello che manca è l'impegno a rendere sistematico il meccanismo di redistribuzione dei profughi, rimandando ogni decisione sul tema a futuri approfondimenti.

    Un impegno a metà, soprattutto nella previsione degli eccezionali arrivi sulle coste italiane e greche annunciati per i prossimi mesi. Ma pur sempre un punto di partenza dopo lo stallo imposto dal no dei "falchi" del nord Europa. Se la bozza dovesse passare senza significative modifiche, l'ok definitivo potrebbe arrivare l'8 luglio, nel corso della riunione dei ministri degli Interni UE. 

    Correlati:

    La Francia allenta i respingimenti dei migranti
    Ungheria. Un muro per fermare i migranti
    Cameron. No ai migranti. Si all’aiuto fra intelligence
    Francia, dei migranti se ne occupi l’Italia
    Tags:
    migranti, profughi, Consiglio Europeo, Commissione Europea, UE, Grecia, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik