17:16 15 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Nel 2014 oltre 60 milioni di persone, cifra record nella storia, sono state costrette a lasciare le proprie case per la guerra, conflitti e persecuzioni, si legge nella relazione dell'ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati resa pubblica oggi.

Secondo il rapporto, nel 2014 ogni giorno il numero di rifugiati, sfollati o persone bisognose di asilo cresce di 42.500, valore 4 volte superiore rispetto al 2010.

"Siamo testimoni di un cambiamento strutturale, di un passaggio incontrollato verso un'era di copertura globale di migrazioni forzate," — si riportano nella relazione le parole dell'Alto Commissario per i Rifugiati António Guterres.

Negli ultimi 5 anni in varie parti del mondo sono iniziati almeno 15 nuovi conflitti, tra cui 8 si sono sviluppati in Africa (Costa d'Avorio, Repubblica Centrafricana, Libia, Mali, Nigeria nord-orientale, Repubblica Democratica del Congo, Sudan del Sud, Burundi), 3 in Medio Oriente (Siria, Iraq, Yemen), 1 in Europa (Ucraina), 3 in Asia (Kirghizistan, Birmania e Pakistan).

Tags:
Migranti, profughi, Immigrazione, Società, Guerra, ONU, António Guterres
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook