02:59 11 Agosto 2020
Mondo
URL abbreviato
0 01
Seguici su

E' caccia all'uomo a Charleston in South Carolina, dove un maschio bianco di 21 anni ha fatto irruzione ieri sera in una chiesa metodista frequentata dalla comunità afroamericana. Nove le vittime, la polizia conferma il movente razziale.

Strage ieri sera nella chiesa Emmanuel African Methodist Episcopal di Charleston, in South Carolina. Un cittadino statunitense, identificato in un giovane bianco di 21 anni, è in ricercato dalla polizia dopo avere fatto irruzione nel luogo di preghiera, frequentato dalla comunità afroamericana, uccidendo a colpi di arma da fuoco 9 persone. AL momento dell'assalto armato testimoni hanno riferito che era in corso la lettura della Bibbia.

La zona di Charleston è nota alle cronache di questi mesi, caratterizzati dalle tensioni in Usa sulla questione della brutalità della polizia e degli omicidi a sfondo razziale, proprio a seguito dell'uccisione di Walter Scott, ucciso da un agente di polizia mentre disarmato si dava alla fuga.

Charleston è in questi giorni anche il teatro delle prime apparizioni pubbliche di due importanti candidati alla corsa per le presidenziali USA del 2016. In città infatti, fino a poche ore prima della sparatoria era stata Hillary Clinton, mentre nella giornata di oggi era previsto l'arrivo del neocandidato alla nomination repubblicana Jeb Bush, che ha annullato gli impegni pubblici appena appresa la notizia della strage.    

Correlati:

Torna la paura a Tunisi: sparatoria in caserma, un morto
“Stato islamico” rivendica la sparatoria in Texas
Sparatoria all'NSA americana
Tags:
Vittime, sparatoria, chiesa, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook