08:53 29 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
0 210
Seguici su

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg e il comandante delle forze dell'Alleanza Atlantica in Europa Philip Breedlove nel loro articolo sul “Wall Street Journal” hanno messo sullo stesso piano la Russia ed ISIS, visti come minacce che devono essere contrastate.

"Da sud ISIS ed altri gruppi fondamentalisti hanno seminato il caos ed incoraggiano i loro seguaci a compiere attentati terroristici nei nostri territori, da Parigi al Texas. Da est la Russia impone le proprie volontà ai suoi vicini, ignorando la loro sovranità " — hanno scritto.

A loro avviso queste minacce giustificano il gran numero di esercitazioni dell'Alleanza Atlantica in Europa, in quanto l'ordine mondiale basato sulla "libertà e democrazia" stabilito dopo la guerra fredda è in discussione.

Secondo Stoltenberg e Breedlove, in questo "contesto in rapida evoluzione," la NATO deve essere pronta ad "adottare ed attuare rapidamente le sue decisioni" e "per proteggersi da vere minacce." Tuttavia sperano che il giorno in cui l'Alleanza avrà a che fare con tali minacce "non arriverà mai."

Hanno inoltre rilevato che il numero delle forze di reazione rapida della NATO in Europa verrà raddoppiato nei prossimi mesi: il contingente sarà composto da più di 30mila soldati. Inoltre la NATO creerà una rete di "piccoli centri" per le truppe in Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania e Bulgaria.

Tags:
Difesa, Sicurezza, Geopolitica, esercitazioni, Esercito, NATO, ISIS, Philip Breedlove, Jens Stoltenberg, Europa orientale, Medio Oriente, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik