06:15 21 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 25
Seguici su

Secondo l’ultimo rapporto del Sipri, mentre Israele produce nuovi missili balistici a lunga gittata. Cina, Francia e Regno Unito stanno sviluppando nuovi sistemi nucleari.

Le potenze nucleari del pianeta continuano a potenziare e aggiornare gli arsenali atomici. Lo riferisce l'ultimo rapporto sul disarmo nucleare pubblicato dal Sipri, l'Istituto internazionale di ricerche sulla pace di Stoccolma.

Tra il 2010 e il 2015, il numero di testate nucleari globale è sceso da 22.600 a 15.850. Stati Uniti e Russia sono i due paesi che maggiormente hanno contribuito alla riduzione delle scorte globali. Il rapporto sottolinea però i "vasti e costosi programmi di ammodernamento a lungo termine" condotti dai due paesi, titolari del 90% delle armi atomiche presenti nel mondo.

"Nonostante il rinnovato interesse internazionale per il disarmo, i programmi di modernizzazione in corso negli stati dotati di armi nucleari suggerisce che nessuno di loro è pronto a rinunciare ai propri arsenali nel prossimo futuro", commenta il ricercatore del Sipri, Shannon Kile.

Gli altri tre stati legalmente in possesso del nucleare, sulla base dal Trattato di non proliferazione del nucleare del 1968, sono la Cina, con 260 testate, la Francia, con 300 testate e il Regno Unito, con 215 testate. Il Sipri riferisce che questi paesi "stanno sviluppando o implementando nuovi sistemi o hanno annunciato la loro intenzione di farlo", mentre il quotidiano pakistano Dawn cita in particolare i dati relativi alle tre potenze nucleari "ufficiose" di India, Pakistan e Israele.

I primi due paesi stanno proseguendo l'espansione degli arsenali atomici portandoli, rispettivamente, da 90 a 100 e da 100 a 120 testate, mentre Israele nei mesi scorsi ha prodotto nuovi missili balistici a lunga gittata.

Correlati:

Iran accusa, 007 USA hanno contraffatto documenti su programma nucleare di Teheran
Scienziati russi prevedono di costruire primo orologio nucleare nel mondo
Tags:
disarmo, Non proliferazione, missili, Sipri, Israele, Pakistan, Gran Bretagna, Francia, USA, India, Cina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook