13:53 23 Agosto 2017
Roma+ 28°C
Mosca+ 22°C
    Bandiere di Russia e UE

    “Europa deve sforzarsi di capire Russia, altrimenti verrà spartita tra USA e Cina”

    © Sputnik. Vladimir Sergeev
    Mondo
    URL abbreviato
    11740292

    La Russia non può essere considerata "una potenza regionale" la maggioranza della popolazione della Crimea aspirava ad unirsi con la Russia, dice uno degli uomini più ricchi della Germania, l'80enne Reinhold Würth.

    L'Europa dovrebbe unirsi e non avere conflitti, altrimenti verrà spartita tra gli Stati Uniti e la Cina, è convinto uno dei più ricchi imprenditori tedeschi, il famoso mecenate Reinhold Würth, con cui ha parlato il corrispondente del giornale svizzero "Neue Zürcher Zeitung".

    L'imprenditore 80enne, come molti suoi colleghi tedeschi, patisce la politica delle sanzioni antirusse: l'espansione delle sua attività in Russia è significativamente diminuito. Ritiene che l'Occidente e la Russia possano raggiungere un'intesa, e non crede "sincera" la politica ufficiale di Berlino dalla parte degli Stati Uniti e contro la Russia.

    Nell'intervista Würth si è espresso con rabbia contro Barack Obama, che ha definito la Russia una "potenza regionale": tali dichiarazioni non umiliano il Paese, è convinto. Per quanto riguarda la Crimea, la maggior parte della popolazione della penisola sognava questo scenario, afferma l'uomo d'affari.

    Da tempo Würth crede che prima o poi nasceranno gli Stati Uniti d'Europa, in quanto i Paesi europei devono solidalizzare ed unirsi, e non interferire a vicenda gli uni con gli altri. In caso contrario l'Europa verrà spartita tra la Cina e gli Stati Uniti, teme Würth.

     

     

    Tags:
    Politica, Geopolitica, Politica Internazionale, Unione Europea, Reinhold Würth, Germania, Crimea, USA, Cina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik