01:13 24 Agosto 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 17°C
    Igor Plotnitsky, presidente Repubblica Popolare di Lugansk

    Leader LNR sfida Poroshenko: firmi legge inasprimento blocco Donbass con Merkel e Hollande

    © Sputnik. Valeriy Melnikov
    Mondo
    URL abbreviato
    0 517141

    Il presidente della Repubblica Popolare di Lugansk Igor Plotnitsky ritiene che la firma da parte di Petr Poroshenko della legge che rafforza il blocco del Donbass sia legittima se avverrà in presenza del cancelliere tedesco Angela Merkel e del presidente francese Francois Hollande.

    Se il presidente dell'Ucraina Petr Poroshenko intende inasprire realmente l'isolamento delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk deve farlo in presenza del cancelliere tedesco Angela Merkel e del presidente francese Francois Hollande, che esercitano il ruolo di garanti degli accordi di Minsk, ha dichiarato il leader della LNR Igor Plotnitsky oggi.

    Nella giornata di ieri nel Parlamento ucraino (Verchovna Rada) era stato introdotto un disegno di legge per vietare il commercio con i "territori temporaneamente occupati." Per "territori temporaneamente occupati" Kiev fa riferimento alle zone non controllate delle regioni di Donetsk e Lugansk e alla Crimea, entrata a far parte della Federazione Russa a seguito di un referendum.

    "Se Poroshenko vuole firmare tali leggi, sarebbero legittime se invitasse la Merkel ed Hollande e le firmasse, o viceversa deve prendere questi documenti e strapparli. Così capiremo chiaramente cosa sta succedendo: o una rottura completa degli accordi di Minsk, o se le strappa c'è ancora molto di cui parlare e negoziare,"- l'agenzia stampa di Lugansk cita le parole di Plotnitsky.

     

     

    Tags:
    François Hollande, Legge, accordi di Minsk, blocco, Parlamento, Angela Merkel, Petr Poroshenko, Igor Plotnitsky, Donbass, Repubblica Popolare di Lugansk
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik