04:45 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Hacker

    Hacker siriani attaccano il sito web dell’esercito USA

    © flickr.com/ powtac
    Mondo
    URL abbreviato
    0 91

    Il sito web dell’esercito statunitense - www.army.mil - è stato attaccato da un gruppo di hacker ed è stato oscurato per diverse ore. La rivendicazione, non ancora confermata da Washington, è giunta dal Syrian Electronic Army, un gruppo di pirati informatici vicini al regime del presidente siriano Bashar al Assad.

    L'hacking di Army.mil su Twitter, ha portato alla pubblicazione di un messaggio che accusa i militari americani di addestrare i terroristi in Siria. Gli hacker hanno scritto che l'esercito americano è corrotto e che sostiene il terrorismo ai fini di rovesciare il governo di Assad in Siria. Inoltre, nel messaggio si chiede ai cittadini americani di non credere a quanto viene detto loro dai vertici militari americani.

    In un comunicato, il Dipartimento della Difesa Usa, confermando l'attacco, precisa che nessun dato è stato rubato.

    Il link della foto dell’attacco cibernetica al sito dell’esercito americano
    Il link della foto dell’attacco cibernetica al sito dell’esercito americano
    Negli ultimi mesi gli attacchi pirati sono aumentati sensibilmente. A gennaio gli account Twitter e YouTube del Central Command (che si occupa della sicurezza nella Penisola arabica e in Asia) erano stati colpiti da hacker vicini allo Stato islamico, e solo la scorsa settimana un gruppo di hacker ha rubato milioni di dati di dipendenti statali americani. Un attacco che secondo Washington sarebbe stato orchestrato dalla Cina, accusa respinta da Pechino.

    Proprio ieri il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, nella conferenza stampa conclusiva dei lavori del G7, si era mostrato preoccupato per la presenza di una serie di "punti deboli nei sistemi informatici del governo e del settore privato". Per questo ha rilanciato la sua proposta di una legge sulla sicurezza informatica.

    Correlati:

    Hacker “Kiberberkut” pubblicano corrispondenza tra Poroshenko e miliardario Soros
    Hacker russi accusati di aver violato sito agenzia fisco USA
    Tags:
    hacker, Attacco, G7, Barack Obama, USA, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik