22:08 23 Settembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca+ 8°C
    Militanti di ISIS

    Manufatti preziosi depredati da ISIS in Siria contrabbandati in Russia tramite Finlandia

    © AFP 2017/ Tauseef Mustafa
    Mondo
    URL abbreviato
    0 22722

    I doganieri finlandesi hanno impedito un tentativo di contrabbandare verso la Russia un oggetto prezioso d'antiquariato depredato dai combattenti di ISIS in Siria, comunica l'agenzia di stampa finlandese “Yle”.

    Si tratta di un affresco su ceramica di un luogo di culto creato durante l'Impero ottomano nel XV secolo. È noto che l'antico reperto era destinato ad un collezionista privato in Russia.

    L'ufficio doganale ha detto che le antichità rubate dai terroristi siriani rappresentano ancora un'eccezione nel flusso generale di contrabbando dei manufatti storici. La maggior parte di essi riguarda reperti di antiquariato "standard" provenienti dall'Europa.

    "Per noi si tratta di un fenomeno nuovo. Di solito indaghiamo i casi di esportazione illegale di reperti storici provenienti da Belgio, Danimarca, Germania, Svezia e Francia,"- ha riferito la responsabile del pool di investigatori Sanna Kuparinen.

    L'UNESCO è preoccupata dalla distruzione dei siti del patrimonio mondiale dell'umanità in Siria, oltre al fatto che opere d'arte uniche possano finire in collezioni private. Il furto e la vendita di oggetti d'antiquariato è diventato uno dei principali modi di finanziamento delle attività di ISIS.

    Finora la dogana finlandese ha studiato 4 casi di contrabbando di oggetti d'antiquariato siriani. La dogana si è rivolta al comando centrale della polizia giudiziaria nazionale con la richiesta di contribuire a chiarire l'origine dei preziosi reperti.

     

     

    Tags:
    Dogana, Contrabbando, Arte, Unesco, ISIS, Siria, Russia, Finlandia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik