06:08 23 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Preoccupa sempre di più la Sindrome Respiratoria del Medio Oriente, già definita “la nuova Sars”.

Preoccupazione in Corea del Sud dove cresce l'allarme MERS, acronimo della cosiddetta Middle East Respiratory Syndrome. La Sindrome Respiratoria del Medio Oriente, evoluzione del coronavirus della Sars che tra il 2002 ed il 2003 ha causato oltre 800 morti in tutto il mondo, ha infatti provocato le sue prime vittime. Due cittadini sudcoreani sono deceduti all'interno del reparto ospedaliero in cui è ricoverato il "paziente zero" di questa nuova forma di virus molto aggressivo per le vie respiratorie.

Il Korean Centers for Disease Control ha in queste ore informato che sarebbero 35 le persone contagiate dalla Mers, che si manifesta con altissime febbre e polmonite e che ha già costretto le autorità sanitarie coreane a mettere oltre 1.200 persone in regime di quarantena. Nella provincia di Gyeonggi, attorno alla capitale Seul, chiuse precauzionalmente oltre 200 scuole.

Stando ai dati diffusi dall'Organizzazione Mondiale della Sanità sono 1.166 i casi di Mers in tutto il mondo, con oltre 400 decessi già registrati in Arabia Saudita dal 2012, anno in cui è stato possibile isolare il virus nell'uomo.

Allarme che dalla Corea si estende a Cina e Hong Kong in queste ore, dopo le analisi risultate positive su una donna che aveva viaggiato verso l'isola del Mar Cinese meridionale a bordo di un aereo in cui erano presenti cittadini coreani. 

Tags:
SARS, MERS, OMS, Corea del Sud
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook