01:18 24 Agosto 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 17°C
    Primo anniversario dell`adesione della Crimea alla Russia

    L'Ucraina ha riconosciuto la Crimea come parte della Russia?

    © Sputnik. Vasiliy Batanov
    Mondo
    URL abbreviato
    0 1896017

    L'Ucraina ha avviato una causa contro la Russia alla Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) con una richiesta di risarcimento danni per la riunificazione con la Crimea. In precedenza il primo ministro ucraino Yatsenyuk aveva affermato che Kiev intende citare in giudizio la Russia per la perdita delle proprietà in Crimea, riferisce “Sputnik”.

    Come risarcimento dei danni presumibilmente subiti dall'Ucraina a seguito della perdita della Crimea, Kiev può richiedere i beni all'estero della Russia. Ma potrà avvenire solo nel caso di un verdetto positivo da parte della Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU), ha riferito la vice ministro della Giustizia dell'Ucraina Natalia Sevastyanova.

    In precedenza la Sevostyanova aveva detto in una conferenza stampa che l'Ucraina richiederà alla Russia circa un trilione di grivne per la perdita di business in Crimea, tuttavia l'importo preciso sarà determinato in futuro.

    "La Russia ha molti beni all'estero. Sono sicura che li sfrutteremo per attuare la sentenza della CEDU",

    — ha detto la Sevastyanova sul canale ucraino "Canale 5".Ha comunque osservato che la sentenza deve ancora arrivare.

    Le dichiarazioni della rappresentante del ministero della Giustizia ucraino possono significare che Kiev di fatto ha riconosciuto la Crimea come parte della Russia.

    Crimea e Sebastopoli, non riconoscendo la legittimità del colpo di stato di febbraio 2014 in Ucraina, il successivo 16 marzo condussero un referendum in cui la maggioranza degli elettori (96,77%), con un'affluenza del 83,1%, votò a favore della riunificazione con la Russia.

    Le autorità russe insistono sul fatto che il referendum sull'adesione della penisola aveva base legale e rispettava il diritto internazionale e la Carta delle Nazioni Unite. Il rappresentante permanente della Russia presso la UE Vladimir Chizhov ha definito la causa di Kiev contro Mosca a seguito dell'adesione della Crimea in Russia poco promettente.

     

     

     

     

     

     

     

    Tags:
    Finanze, Politica Internazionale, Giustizia, Corte di Strasburgo, Arseniy Yatsenyuk, Natalia Sevastyanova, Vladimir Chizhov, Crimea, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik