17:32 20 Maggio 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 11°C
    Droga, papaveri da oppio in Afghanistan

    “Gli USA sprecano denaro per combattere traffico di droga in Afghanistan”

    © AP Photo / Abdul Khaliq
    Mondo
    URL abbreviato
    1101

    In Afghanistan la produzione di droga è aumentata di 50 volte dall'inizio delle operazioni militari USA nel Paese e non si vedono segnali di inversione di tendenza, riferisce il Servizio federale per il controllo del traffico di droga della Russia (FSKN).

    "Per l'Eurasia e l'Asia centrale il problema principale è la produzione di droga in Afghanistan, i cui volumi sono cresciuti di quasi 50 volte dal 7 ottobre 2001, data che ha segnato l'inizio dell'operazione USA "Enduring Freedom", inoltre la produzione di stupefacenti continua ad aumentare",

    — ritiene il direttore del dipartimento FSKN Viktor Ivanov.

    Secondo il dipartimento russo, in Afghanistan i terreni coltivati con il papavero da oppio nel 2014 hanno fissato l'ennesimo record nella storia del Paese, raggiungendo i 224mila ettari.

    "Tutti gli esperti mondiali leader sono unanimi nell'affermare che, se resterà immutata l'inerzia attuale della comunità internazionale, la crescita della produzione di droga nel Paese continuerà nei prossimi anni,"

    — ha osservato Ivanov.

    In questa situazione un ruolo chiave nella ricostruzione dell'economia dell'Afghanistan può essere giocato dall'Organizzazione di Shanghai per la cooperazione (SCO), è necessario sfruttare maggiormente il suo potenziale nella lotta contro il terrorismo e il traffico di droga in Afghanistan, ha detto a "Sputnik Dari" il ministro della lotta al narcotraffico (2008-2010) in Afghanistan, il generale Khodaidad:

    "La coltivazione e produzione di droga in Afghanistan è finita fuori dal controllo della comunità internazionale. La SCO come un ponte nei rapporti tra la Russia e l'Afghanistan settentrionale può giocare un ruolo più attivo nella lotta contro il traffico di stupefacenti.

    Va notato che quest'anno la superficie di terreni coltivati con papavero da oppio ha raggiunto i 224mila ettari. E' stato battuto il record degli anni precedenti. Durante lo scorso anno di permanenza in Afghanistan delle truppe NATO ed USA non ci si è avvicinati alla soluzione del problema, ma al contrario la situazione è peggiorata. E' palese. Né la Russia, che conduce con la polizia afghana sequestri di droga e reprime i trafficanti, nè altri Paesi sono in grado di cambiare una situazione così fuori controllo.

    Gli Stati Uniti e la NATO hanno speso 7,8 miliardi di dollari per la lotta contro la coltivazione e la produzione di droga in Afghanistan, ma negli ultimi anni i volumi non si sono ridotti, ma al contrario sono aumentati e i soldi sono stati spesi invano.

    I Paesi della regione con in testa la Russia appoggiano l'Afghanistan in termini economici e culturali, anche ora con le nuove autorità. E' importante che l'Afghanistan prenda parte al vertice SCO di Ufa. Sono sicuro che è una grande occasione per instaurare un dialogo costruttivo ed efficace con i Paesi vicini, non solo in campo economico, ma anche nella lotta contro il terrorismo e il traffico di droga".

     

     

    Tags:
    Politica Internazionale, Società, droga, Organizzazione di Shanghai per la cooperazione - SCO, NATO, Afghanistan, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik