16:31 25 Maggio 2018
Roma+ 24°C
Mosca+ 18°C
    Il presidente italiano Sergio Mattarella

    Mattarella a Londra: Uniti nella diversità

    © AFP 2018 / ANDREAS SOLARO
    Mondo
    URL abbreviato
    0 01

    Il capo dello Stato italiano ricevuto dalla Regina Elisabetta II. Poi la lecture alla London School of Economics: Da qualsiasi punto si parta, l'approdo è sempre lo stesso, più Europa.

     

    Colloquio privato a Buckingham Palace tra la Regina Elisabetta II ed il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella, in visita ufficiale nel Regno Unito. L'incontro, durato 45 minuti, si è svolto negli appartamenti privati della sovrana britannica che successivamente ha accompagnato il presidente Mattarella in una visita alla sua personale galleria d'arte italiana. Dopo la visita il Capo dello Stato italiano ha raggiunto l'Ambasciata italiana a Londra, dove ha incontrato la rappresentanza diplomatica ed il ministro degli Affari Esteri britannico Philip Hammond.

    Nel pomeriggio poi la visita è proseguita alla London School of Economics, dove Mattarella ha tenuto una Lecture dal titolo "The case of Europe. The Italian vision", in cui sono state affrontate diverse tematiche: dalla necessità di una maggiore coesione europea, alla crisi greca, senza tralasciare il dramma di migranti che cercano di raggiungere il continente.

    "A sfide globali occorrono risposte di pari dimensione ed essere ricchi di storia non basterà al confronto con i giganti economici e politici che si affermano su scala mondiale. Soltanto una maggior integrazione può dar corpo per i Paesi europei alla possibilità di essere all'altezza del compito."

    Questo uno dei passaggi del suo intervento, in cui Mattarella si è domandato cosa sia necessario fare per rispondere a questi cambiamenti, nell'interesse degli europei. La risposta giusta, nel pensiero del Capo dello Stato italiano, si è intravista nella reazione che l'Europa ha dato negli anni di crisi economica, con la creazione del meccanismo di stabilizzazione attraverso cui "siamo ora in grado di rispondere alla crisi dei mercati". Proprio in tal senso Mattarella ha espresso fiducia sulla soluzione positiva della crisi greca.


    VIDEO: L'INTERVENTO DI MATTARELLA

     


    Un concetto, quello di "crisi come motore di sviluppo", che trova applicazione non solo in ambito economico-finanziario, ma anche sul piano della gestione migratoria. Solo interrogandosi sulle ragioni di tale fenomeno, riflette Mattarella, è possibile trovare soluzioni politiche lungimiranti.

    "Triton, per quanto costituisca una rappresentazione concreta dell'impegno comune europeo per la gestione della frontiera mediterranea è la prova tangibile che le risposte emergenziali non bastano."

    Questo il pensiero del presidente italiano, che ha auspicato l'assunzione di responsabilità europea nel lungo periodo sulla questione, con un rafforzamento della cooperazione tra i paesi UE, che pare finalmente accelerare in queste settimane con l'approvazione dell'Agenda Europea sulla migrazione.

    In ultimo, un richiamo alla necessità di una politica di sicurezza europea, legata alle decisioni di politica estera degli Stati che, secondo il parere di Mattarella, devono progressivamente abbandonare il vecchio paradigma degli armamenti e della difesa nazionale.

    "Soltanto in questo modo — ha concluso Mattarella — potremo utilizzare al meglio le risorse a nostra disposizione nel settore e divenire così un Continente che assicura appieno sicurezza e non si limita a beneficiarne."

    Correlati:

    Mattarella: L'Europa non volti lo sguardo altrove
    Tags:
    Incontro, Visita, Elisabetta II, Sergio Mattarella, Gran Bretagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik