Widgets Magazine
15:51 17 Ottobre 2019
FIFA

Gli USA danno il via all'occupazione del calcio mondiale

© Sputnik . Alexander Wilf
Mondo
URL abbreviato
0 191
Seguici su

La procedura di arresto e le accuse ai dirigenti della FIFA sollevano molti interrogativi. Sembra che il calcio sia diventato uno strumento politico, a cui gli USA aspirano a controllarlo pienamente.

Otto dirigenti della FIFA sono stati arrestati a Zurigo alla vigilia del congresso annuale dell'organizzazione in cui si eleggerà il presidente. Tutti gli arrestati sono cittadini di Paesi dell'America Latina, dall'Uruguay alle Isole Cayman britanniche. Anche se gli arresti sono stati eseguiti dalle autorità svizzere, le corrispondenti richieste sono giunte dagli Stati Uniti. La motivazione ufficiale per la richiesta di estradizione verso gli USA consiste nel fatto che il denaro usato nelle tangenti veniva girato tramite le banche statunitensi.

Gli esperti ritengono che l'obbiettivo principale di Washington non sia la lotta contro la corruzione nello sport, ma il cambiamento dei vertici attuali della FIFA, "colpevoli" di aver sostenuto l'idea di organizzare i Mondiali 2018 in Russia e di seguire una politica indipendente da Washington. Questa tesi è confermata dalle dichiarazioni di alcuni senatori USA, che avevano chiesto alla FIFA di smettere di sostenere la candidatura di Joseph Blatter. A loro avviso,

"permettendo alla Russia di organizzare l'evento calcistico, la FIFA offre al regime di Putin un'ancora di salvezza economica".

Come rilevato dal politologo Andrey Manoylo in un'intervista a "Sputnik", lo scandalo di corruzione fatto scoppiare dagli Stati Uniti è mirato a cambiare la leadership della FIFA.

"L'attuale dirigenza della FIFA ha un certo feeling nei confronti della Russia. In questi casi gli americani interferiscono negli affari di qualsiasi organizzazione internazionale che nel contesto attuale non dimostra un atteggiamento apertamente ostile nei confronti della Russia. Mi sembra che per gli americani il calcio non sia solo business, ma anche uno strumento politico. Per loro è molto importante in queste elezioni promuovere il loro uomo, e rendere più facile la sua elezione alla presidenza dell'organizzazione. Dopodichè, attraverso il loro referente, potranno portare avanti la campagna contro la Russia per impedirle lo svolgimento dei Mondiali," — ritiene l'analista. 

Parallelamente gli USA risolvono una serie di problemi.

In primo luogo "addomesticano" la Svizzera. Negli ultimi anni le banche svizzere sono state costrette dagli Stati Uniti a rivelare le informazioni sugli evasori fiscali statunitensi e a pagare pesanti multe, tutto perché gli USA mettono al di sopra di tutto il primato delle loro leggi su quelle degli altri Paesi. In realtà gli americani insistono sul loro diritto di indagare i reati che interessano loro in tutto il mondo, compresi i casi di corruzione.

Lo scandalo in seno alla FIFA consente di mettere in dubbio lo svolgimento dei Mondiali in Russia. È chiaro che le possibilità di privare alla Russia il diritto di ospitare i Mondiali sono pressochè nulle: in primo luogo per le spaccature nei vertici del mondo del calcio e in secondo luogo per il periodo relativamente breve prima dell'inizio della manifestazione sportiva. Ma è chiaro che l'inchiesta di corruzione all'interno della FIFA sarà un'ottima occasione per una forte campagna antirussa nella stampa anglosassone.

Presentazione del logo del Campionato mondiale di calcio 2018
© Sputnik . Alexander Vilf
Presentazione del logo del Campionato mondiale di calcio 2018

La Russia non si è comprata i Mondiali, per Blatter, desideroso di allargare gli orizzonti geografici dei Mondiali (ovvero promuovere il brand a livello globale), la scelta della Russia è stata del tutto naturale. Ma chi si ferma quando vi è la grande opportunità di affermare come "la cinica Russia corrompe il fiducioso Occidente"?

Correlati:

Scandalo FIFA, nel mirino i Mondiali 2018 e 2022 di Russia e Qatar
Calcio, terremoto ai vertici FIFA: arresti per corruzione
La FIFA dice no ai senatori americani: i Mondiali 2018 di calcio restano in Russia
Tags:
Scandalo, FIFA, Joseph Blatter, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik