14:50 23 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 13°C
    Petr Poroshenko

    La commedia dell'arte di Petr Poroshenko: una tragedia

    © AP Photo/ Mikhail Palinchak
    Mondo
    URL abbreviato
    0 1713221

    Dopo un anno di mandato, Petr Poroshenko ha indossato molte maschere e offerto diverse immagini di sé stesso. Qual è il "vero Poroshenko"?

    Se tra qualcuna di queste immagini si nasconde il vero Poroshenko, chi scrive l'allegro copione per lo spettacolo ucraino?

    Ogni volta che è intervenuto in pubblico, Poroshenko ha fatto di tutto per avere il massimo impatto sullo spettatore. Proprio una commedia dell'arte impersonificata. Tuttavia non è così facile cambiare tutte le maschere affinchè lo spettatore ti creda veramente.

    Ecco che è Arlecchino, quando è scherzoso, ottimista e un po' ingenuo. Nel lavoro con l'opinione pubblica nazionale e in tempo di campagna elettorale questa maschera è giustificata. Ma nei negoziati con gli "amici" di Washington ed europei questa maschera fa più danni che benefici. Che si tratti di richieste di aiuto alla NATO o di prestiti al FMI. I disagi e dolori di Arlecchino vengono ascoltati con attenzione, tuttavia nessuno si appresta a venire in soccorso. Se la questione va in fumo, non è per il bene del popolo ucraino e dell'economia ucraina: se volete i soldi, ecco un prestito per poter pagare le merci europee, volete le armi, il debito si abbuona (non scompare per bontà).

    Come il vero Arlecchino, Poroshenko ha il suo bastone burlesco, che ama sventolare verso Oriente e anche verso la Russia. Per le gesta minacciose ci sono le lacrime vere dei veri abitanti del Paese. Tra l'altro Poroshenko ricorre a questa maschera nell'ambito della realizzazione degli accordi di Minsk. Riconosce che non ci sono alternative, poi li definisce "pseudo-tregua." 

    Poroshenko, un anno da presidente
    © Sputnik.
    Poroshenko, un anno da presidente

    Dove Arlecchino non può fare nulla, c'è Brighella, intelligente, intraprendente ed astuto. Riesce a venire fuori da qualsiasi situazione ingarbugliata, per ogni interlocutore troverà il giusto atteggiamento: "non crede né in Dio nè al diavolo." Agli abitanti di Odessa promette solennemente che nessun altro uomo delle forze di sicurezza indosserà un passamontagna o un casco. Dai lavoratori in sciopero dell'aeroporto arriva con la scorta e allude che le cose non si sono messe bene per loro. Dimenticando il suo passato, si scaglia a testa bassa nella lotta contro l'oligarchia ucraina. Tuttavia il rappresentante più importante di questa compagnia non resta in debito: le persone della cerchia di Kolomoysky e i deputati  a tempo perso avevano chiesto di aprire un'indagine penale sul passaggio di terreni nel centro di Kiev a strutture legate a Poroshenko. Ma Brighella non ha parlato delle promesse di migliaia di grivnie al giorno per i combattenti dell'operazione ATO nel Donbass, della vendita delle sue attività, delle elezioni con liste aperte e del decentramento. Nemmeno con allusioni.


    Video- Petr Poroshenko al Forum di Davos, con fare da attore consumato, mostra i resti dell'autobus colpito da un missile a Volnovakha 

    Petr Poroshenko
    Petr Poroshenko


    E' il Dottore, professore, avvocato ed anche medico. Un maestro nel confondere tutto,  nomi, luoghi e citazioni. Tuttavia non rinuncia mai ad una discussione accademica. Poroshenko è abbastanza bravo in questo ruolo. Per ottenere almeno la nuova concezione storica di "Rus-Ucraina", con cui Poroshenko vuole confermare le tradizioni della statualità ucraina. "Rus-Ucraina" ha già il suo significato storico che non ha nulla a che fare con la Kievskaya Rus' invisa al presidente dell'Ucraina. Restano solo il gran principe Vladimir di Kiev (lo ha salvato dall'oblio la parola "Kiev") e il cristianesimo (persino Poroshenko non muove un dito per cancellarlo). Non gli danno pace i successivi eventi storici. E non solo sono giustificati i nazionalisti dell'UPA, ma per loro è stata istituita una festa nazionale.Dopo c'è Pantalone. Ogni tanto si considera uomo saggio e onnisciente. C'è un'altra caratteristica: la capacità di entrare in qualsiasi disputa e trasformarla in un grande conflitto. Questo talento è persino troppo sviluppato nell'attuale presidente ucraino. Non è così semplice: creare scompiglio nell'Est industrializzato e di successo, seminare là odio, dopodichè dare  indiscriminatamente la colpa alla Russia, dare regolarmente all'Europa e all'America coloriti rapporti, dove la verità non si distingue. Come Pantalone che per richiamare l'attenzione fa della piroette, Poroshenko è pronto a qualsiasi mossa pur di ottenere qualcosina.

    Le conseguenze del mix di immagini del presidente dell'Ucraina sono ancora da comprendere e da vivere. Il timore è che purtroppo non abbiano nulla a che fare con l'umorismo della commedia dell'arte.

    Correlati:

    Ex presidente Yushchenko: il mondo è stanco dell'Ucraina
    Poroshenko: dopo Minsk-2 in Ucraina è “pseudotregua”
    Tags:
    accordi di Minsk, tregua, governo, Petr Poroshenko
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik