01:49 29 Aprile 2017
    Bandiera ISIS

    ISIS: “Nostri soldati pronti a colpire 15 Stati USA”

    © Sputnik. Andrey Stenin
    Mondo
    URL abbreviato
    0 27340

    Si moltiplicano le minacce sul territorio USA. Attraverso la propria radio ieri la rivendicazione ISIS dell'attacco a Garland.

    " Su 71 soldati addestrati, 23 hanno firmato per missioni come quella di domenica". E' quanto si può leggere in un messaggio apparso su un sito di file-sharing e firmato da Abu Ibrahim al Ameriki, jihadista americano unitosi anni fa a gruppo terroristi in Pakistan. A diffondere la notizia è stata ieri l'emittente americana Fox News, che ha aggiunto particolari sul post in questione, rendendo noto che minacce a 15 Stati americani erano contenuti nel messaggio.

    "Dei 15 stati, ne nominiamo cinque: Virginia, Maryland, Illinois, California e Michigan"

    Questo un altro passaggio del post di minacce in cui, tra le altre cose, esaltano l'azione di Garland, descritta come un successo. "I miscredenti che hanno sparato ai nostri fratelli uccidendoli — si legge ancora nel messaggio — pensano di aver ucciso qualcuno che non era addestrato. No, loro hanno donato il loro corpo in piena vista perchè noi stavamo guardando".

    E se, mentre sono in corso verifiche circa l'attendibilità del messaggio, si moltiplicano in queste ore sui social networks i richiami di sedicenti jiahdisti che invitano ad attaccare ancora USA ed Europa, è stata la radio ufficiale del Califfato al Bayan a dare voce ad un altro messaggio, con cui lo Stato Islamico ha rivendicato l'attentato in Texas.

    Correlati:

    Libia, Egitto pronto ad attacco contro ISIS?
    L'ISIS decapita 29 cristiani etiopi
    Tags:
    Terrorismo, ISIS, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik