16:02 28 Aprile 2017
    Alaska

    Italiano ucciso in Alaska. Preso assassino

    © AP Photo/ Subhankar Banerjee, File
    Mondo
    URL abbreviato
    0 203 0 0

    L'uomo, residente ad Anchorage da diversi anni, accoltellato per motivi ancora ignoti.

    Si chiama Paolo Grassi, l'uomo ucciso domenica scorsa in Alaska. Il 33enne, originario di Varese, era residente ad Anchorage da alcuni anni, dopo avere sposato una cittadina statunitense.

    Secondo quanto riportato dai media locali, Grassi è rimasto vittima di un'aggressione armata all'interno di una casa in un quartiere residenziale della città, mentre era in compagnia di una donna di 56 anni, rimasta ferita ma non in pericolo di vita.

    Sul corpo dell'uomo, secondo quanto riferito da fonti della polizia dello Stato americano, diverse ferite, provocate presumibilmente da un coltello. La notizia della morte dell'uomo è stata data dalla polizia italiana, informata da parenti della vittima della sua inconsueta irreperibilità da due giorni.

    "In seguito alla richiesta di informazioni dei famigliari, la Questura di Varese attraverso i canali diplomatici ha purtroppo appurato la fondatezza della triste notizia"

    Questo il comunicato delle forze dell'ordine del capoluogo lombardo, che non ha potuto fornire al momento altri elementi. Rimbalzano invece in queste ore dall'Alaska notizie dell'arresto di un uomo, accusato di essere l'esecutore materiale dell'omicidio. Si tratterebbe di Alvin Rodriguez Moya, cittadino sudamericano di 40 anni, mentre restano al momento ignote le cause dell'assassinio. 

    Tags:
    Alaska
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik