03:15 30 Aprile 2017
    Nepal in rovine dopo terremoto

    Nepal, rintracciati gli ultimi italiani dispersi

    © AP Photo/ Niranjan Shrestha
    Mondo
    URL abbreviato
    0 45 0 0

    Rientrate in Italia le salme di due vittime della catastrofe che ha sconvolto il Nepal.

    L'Unità di crisi della Farnesina ha reso noto in queste ore che gli ultimi italiani ancora dispersi in Nepal sono stati rintracciati. Il Ministero degli Esteri, con la collaborazione dell'Ambasciata italiana a New Delhi ed il Consolato Generale a Calcutta, ha inoltre fatto sapere che il monitoraggio proseguirà   per far fronte ad ogni evenienza. E mentre proseguono le ricerche dei corpi di Marco Pojer e Renzo Benedetti, sono giunte in Italia nella tarda serata di ieri le salme di altri due cittadini italiani, Oskar Piazza e Giliola Mancinelli.

    Il governo di Kathmandu intanto, ha comunicato di avere trasmesso, alle ambasciate dei Paesi che hanno partecipato alle ricerche ed ai soccorsi, la richiesta di lasciare il Nepal. "Siamo molto grati dello loro lavoro — ha riferito all'agenzia italiana ANSA un portavoce del governo — ma secondo gli standard internazionali la fase di ricerca dei superstiti termina dopo sette giorni".

    E mentre, a due settimane da sisma, i soccorritori continuano ad estrarre miracolosamente persone ancora in vita dalle macerie, il Ministero degli Interni nepalese ha aggiornato il bilancio ufficiale delle vittime, salito a 7.557 persone.

    Di oggi invece la notizia di altre due persone, intrappolate dai resti della catastrofe, salvate dai soccorritori nel distretto di Gorkha. Si tratterebbe, secondo quanto riferito dal quotidiano Himalayan Times, di un uomo di 60 anni ed una suora di 23. 

    Correlati:

    Sisma in Nepal. 4 italiani morti, 39 ancora irreperibili
    Tragedia umanitaria in Nepal
    Tags:
    Terremoto, Nepal
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik