04:46 22 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 9°C
    I guerriglieri nigeriani del gruppo terroristico Boko Haram.

    Boko Haram, l'esercito nigeriano libera 700 donne

    © AP Photo/
    Mondo
    URL abbreviato
    0 7230

    Prosegue l'offensiva dell'esercito di Lagos contro i jihadisti nel nord del paese. La reazione dei miliziani rallenta le operazioni: lo Stato di Borno disseminato di mine anti-uomo.

    Sarebbero tredici gli accampamenti di Boko Haram smantellati ad oggi dall'esercito nigeriano, che settimane sta assediando i jihadisti nella foresta di Sambisa, un'area del nord del paese dall'estensione territoriale pari a quella del Belgio.

    Le operazioni, che hanno visto l'impiego delle truppe di terra dopo i raid portati dall'aeronautica militare nigeriana nella zona, sono adesso rese complicate dalle mine anti uomo disseminate nella foresta nigeriana dagli uomini di Boko Haram, che hanno potuto anche giovarsi di alcune delle prigioniere, usate come scudi umani dai miliziani.

    Dopo la notizia della liberazione dei giorni scorsi di 293 donne, di ieri l'annuncio del quartier generale della Difesa nigeriana sulla liberazione a Sambisa di altre 234 tra donne e bambini, nei villaggi di Konduga e Kawuri. Quest'ultimo in particolare era stato teatro di uno dei primi e più efferati massacri portati da Boko Haram, che nel gennaio del 2014 uccise 85 persone.

    Le persone recuperate adesso sono adesso almeno 677, ma tra loro al momento non ci sarebbe nessuna delle 200 studentesse rapite lo scorso aprile in un liceo di Chibok.

    Correlati:

    Nigeria, Buhari è il nuovo presidente
    Nigeria, Boko Haram rapisce centinaia di donne e bambini
    Tags:
    terrorismo, Nigeria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik