23:28 22 Settembre 2018
Aereo spegne il fuoco nel bosco vicino a Chernobyl

Nessun rischio radiazioni per incendi boschivi a Chernobyl

© AP Photo / Andrew Kravchenko
Mondo
URL abbreviato
0 11

L'incendio boschivo verificatosi nella zona di alieniazione nei pressi della centrale nucleare di Chernobyl non è pericoloso dal punto di vista radioattivo per l'uomo, ha riferito a “Sputnik” Leonid Bolshov, direttore dell'Istituto russo per lo sviluppo sicuro dell'energia nucleare.

"Quando si verificarano gli incendi boschivi nel 2010 e bruciarono i boschi di Bryansk sul territorio russo vicino a Chernobyl, l'Istituto sviluppò una tecnica speciale per chiarire l'influenza dei roghi. Sono stati fatti dei calcoli, che hanno escluso i rischi,"

— ha detto Bolshov.

Ora nelle zone boschive di Chernobyl i ricercatori dell'Istituto utilizzano la stessa tecnica, ha rilevato Bolshov.

"Il risultato è lo stesso: per una zona così contaminata la quota di questa fonte di radioatività è trascurabile,"

— ha evidenziato il professore.

"Sono passati 30 anni, la radioattività non è più in superficie ma è in profondità. In queste zone la nuova vegetazione contenente bassa radioattività per essere precisi è estremamente ridotta. Inoltre si registra l'effetto di diluizione,"

— ha spiegato.

"Pertanto i sensori che sono posti dappertutto, compresa la zona di Chernobyl, non reagiscono. Controlliamo regolarmente la stazione di rilevazione di Pripyat, negli ultimi due giorni i dati non sono cambiati. Sì, il bosco brucia, ma non vedo motivi di panico in termini di radioattività,"

— ha detto lo scienziato.

Leonid Bolshov ha aggiunto che l'incendio non minaccia nemmeno il deposito per il combustibile nucleare esaurito situato nella zona di Chernobyl, perché è in calcestruzzo.

"Non c'è niente da bruciare,"

— ha detto l'esperto.

 

 

 

 

Tags:
Inquinamento, Ambiente, Nucleare, Incendio, Russia, Ucraina, Chernobyl
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik