18:44 17 Dicembre 2017
Roma+ 10°C
Mosca+ 2°C
    Bandiera Libia

    Libia, Leon: E' difficile essere ottimisti

    © Sputnik. Andrey Stenin
    Mondo
    URL abbreviato
    0 0 0

    L'intervento del mediatore ONU Bernardino Leon al Palazzo di Vetro, il giorno dopo il rifiuto da parte dei Fratelli Musulmani sulla bozza di accordo presentata alle parti.

    Situazione delicatissima e negoziati in stallo, dopo la richiesta da parte del partito Giustizia e Costruzione, legato ai Fratelli Musulmani, di ritirare la bozza di accordo presentata in queste ore alle parti dal mediatore ONU Bernardino Leon. Il partito islamico ha fatto sapere di non essere interessato a discutere un accordo in cui il governo di Tobruck è riconosciuto come legittimo.

    Il documento con i termini per un accordo era stato presentato ai rappresentanti delle due fazioni da Leon in Marocco tre giorni fa. "Non soddisferà tutti, ma è la via per la pacificazione e la creazione di uno Stato moderno e democratico". Con queste parole cariche di speranza Leon aveva introdotto i termini della nuova bozza che prevede, tra le altre cose, Tobruck come la sede del parlamento. Da qui il rifiuto da parte di Tripoli.

    Intervenendo ieri a New York, il mediatore ONU ha descritto una situazione complicata, con le trattative in fase di stallo.

    "E' difficile essere ottimisti "

    Questa la sensazione di Leon che, descrivendo davanti al Consiglio di Sicurezza i lavori portati avanti in questi mesi, ha sintetizzato efficacemente le ragioni della sua preoccupazione. " Nessuno degli attori militari e' forte abbastanza per

    sopraffare l'altro — ha affermato — e non posso dire che una parte o l'altra lavora di più".

     

     

     

    Correlati:

    Libia, Egitto pronto ad attacco contro ISIS?
    Decapitati sei giornalisti in Libia
    Tags:
    ONU, Bernardina Leon, mediatore inviato di Nazioni Unite, Libia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik