14:51 27 Aprile 2017
    Osservatore OSCE in Ucraina

    Russia indignata da minacce e abusi delle forze di sicurezza ucraine ad ispettori OSCE

    © REUTERS/ Gleb Garanich
    Mondo
    URL abbreviato
    0 1127162

    Mosca è indignata dal fatto che le forze di sicurezza ucraine hanno effettuato perquisizioni illegali sugli osservatori dell'OSCE nel Donbass: suonano come minacce nei confronti della missione, cosa completamente inaccettabile, si afferma nei commenti del ministero degli Esteri russo.

    Il dicastero della diplomazia russa ha richiamato l'attenzione sul fatto che nei rapporti della missione speciale di monitoraggio dell'OSCE in Ucraina sempre più spesso sono descritti casi di ispezione dei veicoli e controllo dei passaporti degli ispettori dell'OSCE da parte delle unità militari e dei battaglioni paramilitari ucraini. Spesso domandano direttamente agli ispettori se tra di loro ci sono cittadini russi.

    "Questi fatti provocano risentimento e sono categoricamente inaccettabili. In questo caso la coerenza delle azioni delle unità militari e dei battaglioni volontari ucraini non lascia dubbi sul fatto che l'ordine per le perquisizioni degli osservatori dell'OSCE provenga da un unico centro,"

    — sottolinea il ministero degli Esteri russo.

    Tali azioni, rileva il ministero degli Esteri russo, sono una flagrante violazione degli obblighi delle autorità ucraine tesi a garantire la sicurezza, l'incolumità e la libertà di movimento degli osservatori dell'OSCE e disturbano i compiti della missione per monitorare l'attuazione degli accordi di Minsk.

     

     

    Tags:
    Battaglioni paramilitari ucraini, Esercito, OSCE, Donbass, Ucraina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik