09:19 29 Aprile 2017
    Ufficiale ucraino con soldato USA

    “I media USA censurano le colpe di Washington nel conflitto ucraino”

    © flickr.com/ California National Guard
    Mondo
    URL abbreviato
    0 38184

    I politici e media americani, accusando la Russia di condurre una guerra d'informazione, non sono in grado di ammettere che loro stessi usano i mass media come arma, è convinto il filosofo e scrittore americano Noam Chomsky.

    Le principali società di media statunitensi diligentemente ripetere tutto ciò che le autorità statunitensi vogliono impressionare il pubblico, ha detto il filosofo e scrittore americano Noam Chomsky, in un'intervista con RT.

    I principali media americani ritengono inaccettabile l'idea secondo cui l'Occidente, in particolare gli Stati Uniti, possano essere in qualche modo responsabili del peggioramento della situazione sulla scena internazionale, come ad esempio nel conflitto ucraino o nelle tensioni con l'Iran. Inoltre l'opinione pubblica mondiale non prende in considerazione l'ipotesi di contrastare la strategia degli Stati Uniti, rileva l'esperto.

    Incolpando gli altri, in particolare la Russia, di guerra d'informazione, i politici statunitensi non riescono ad ammettere che loro stessi usano l'informazione come arma, è convinto il filosofo.

    Il cosiddetto "sogno americano" e la democrazia americana si trovano in un "declino molto grave," gli indicatori di mobilità sociale negli Stati Uniti sono i peggiori tra i Paesi più ricchi del mondo. Le autorità statunitensi cercano di aderire a standard democratici solo in apparenza, ma in realtà non si realizzano manifestazioni democratiche e la maggioranza della popolazione si vede ledere i propri diritti, racconta Chomsky.

     

     

    Tags:
    Propaganda, Occidente, Politica Internazionale, Società, mass media, Russia, Ucraina, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik