00:38 21 Luglio 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 14°C
    ISIS Baghdad

    Orrore Isis, bimba di 9 anni stuprata da dieci jihadisti

    © AP Photo/ File
    Mondo
    URL abbreviato
    0 28911

    Una vita spezzata, un’intimità violata senza alcun diritto. Ha solo 9 anni la bambina tenuta prigioniera dall’Isis per quasi un anno, periodo in cui è stata stuprata da almeno una decina di miliziani.

    Ora si trova in Germania, seguita da un'èquipe medica di un'organizzazione umanitaria. E' incinta e i medici temono che possa non farcela.

    Come si apprende dal quotidiano britannico ‘The Indipendent', la bambina, di fede yazida, era stata rapita insieme ad alcune centinaia di donne e ragazzine per essere sequestrata in Iraq. Gli stupratori sono miliziani che vivono sulla linea del fronte e ‘ futuri kamikaze', a cui le ragazzine vengono date come ricompensa. La bambina è stata messa in salvo da una ong curda dalla crudeltà dei terroristi, ma, per stessa ammissione di un operatore umanitario, Yousif Daoud,  ora è "traumatizzata, sia mentalmente che fisicamente". Quest'ultimo ha confidato al giornale canadese Toronto Star che "è così giovane che potrebbe non reggere al parto; e anche il taglio cesareo è pericoloso".

    L'Isis mercoledì scorso ha rilasciato 216 yazidi, tra cui 40 bambini, che aveva tenuto in ostaggio per otto mesi. La bimba fa parte di un gruppo precedente, alcune centinaia di donne e ragazzine rapite, che sono rientrate nelle loro terre, il Kurdistan, qualche tempo fa.

    Mentre in occidente sale il timore di un'escalation degli attentati jihadisti e ci si chiede chi abbia realmente creato l'Isis, dall'altra parte del mondo, fiumi di sangue continuano a scorrere rischiando, ogni giorno di più, di straripare in oceani più ampi. 

    Correlati:

    ISIS: Hacker oscurano TV francese
    Isis, trovate fosse comuni a Tikrit
    Tags:
    ISIS, Germania, Iraq
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik