22:44 25 Marzo 2017
    Il palazzo dei Matrimoni, AshgabatAshgabat, il complesso alberghiero Yildiz, dov'è si è svolto il Turkmenistan International Media ForumVeduta di AshgabatTurkmenistan, l'antica città di NissaAshgabat, il ministero dell'Energia

    L'Expo di Milano apre il "Secolo d'oro" turkmeno

    © Sputnik. Riccardo Pessarossi © Sputnik. Riccardo Pessarossi © Sputnik.
    1 / 5
    Mondo
    URL abbreviato
    Riccardo Pessarossi
    0 87281

    Del Turkmenistan all'estero si sa poco, ma la tendenza è destinata a cambiare perchè il paese guidato dal presidente Berdimuhammedov sta vivendo il suo "secolo d'oro".

    Dal 1 al 4 aprile la capitale del Turkmenistan, Ashgabat, ha ospitato il Turkmenistan International Sports Media Forum 2015 (TISMF 2015) che ha portato nella città dell' amore ("Ashk"in turkmeno significa amore), giornalisti sportivi da tutto il mondo, per  toccare con mano l'andamento della preparazione del Turkmenistan ai Giochi Asiatici Indoor del 2017. Tra gli invitati c'era anche il corrispondente di Sputnik-Italia che ha avuto racconta le sue impressioni.

    • Il nuovissimo Velodromo di Ashgabat
      Il nuovissimo Velodromo di Ashgabat
      © Foto: TISMF2015
    • Il nuovissimo Velodromo di Ashgabat, le cui tribune possono accogliere fino a 8000 persone e lo rendono il più grande al mondo
      Il nuovissimo Velodromo di Ashgabat, le cui tribune possono accogliere fino a 8000 persone e lo rendono il più grande al mondo
      © Foto: TISMF2015
    • Il nuovissimo Velodromo di Ashgabat, vista dell'edificio dall'esterno
      Il nuovissimo Velodromo di Ashgabat, vista dell'edificio dall'esterno
      © Foto: TISMF2015
    • Il complesso olimpico di Ashgabat, già ultimato a due anni dai Giochi Asiatici Indoor del 2017
      Il complesso olimpico di Ashgabat, già ultimato a due anni dai Giochi Asiatici Indoor del 2017
      © Foto: TISMF2015
    • Ashgabat, business centre
      Ashgabat, business centre
      © Foto: TISMF2015
    • Ashgabat, Arena multisport
      Ashgabat, Arena multisport
      © Foto: TISMF2015
    • Ashgabat, Arena multisport
      Interno dell'arena multisport del parco olimpico di Ashgabat, Turkmenistan
      © Sputnik.
    • Ashgabat, veduta aerea dell' Arena multisport
      Ashgabat, veduta aerea dell' Arena multisport
      © Foto: TISMF2015
    • Il ristorante del parco olimpico di Ashgabat
      Il ristorante del parco olimpico di Ashgabat
      © Foto: TISMF2015
    • Veduta dell'area del parco olimpico di Ashgabat
      Veduta dell'area del parco olimpico di Ashgabat
      © Foto: TISMF2015
    • Un momento del Turkmenistan International Sports Media Forum
      Un momento del Turkmenistan International Sports Media Forum
    1 / 11
    © Foto: TISMF2015
    Il nuovissimo Velodromo di Ashgabat

    Alla vigilia del forum, nel giorno d'arrivo, destinato alla conoscenza con la città, sono stato ricevuto presso l'Ambasciata italiana di Ashgabat, che è stata aperta da poco più di un anno, ma è particolarmente attiva nella promozione del dialogo tra Italia e Turkmenistan tanto sul piano economico, quanto su quello culturale.

    La presenza dell'ambasciata, oltre che un distaccamento della camera di commercio italo-turkmena, sono particolarmente apprezzati dalla controparte locale, che predilige il lavoro tramite i canali istituzionali ed ha dimostrato di credere molto nel dialogo con l'Italia.

    Nello scorso mese di novembre, il premier Renzi, allora presidente di turno della UE, si è recato per la prima volta in visita ad Ashgabat e dopo i colloqui bilaterali l'ENI e la locale Turkmenneft hanno rinnovato fino al 2032 l'accordo per lo sfruttamento del giacimento onshore del Nebit Dag.

    Il 1 maggio il presidente turkmeno Gurbanguly Berdimuhameddov ricambierà la visità e sarà presente a Milano per l'inaugurazione dell'EXPO, dove il 3 maggio il Turkmenistan avrà il privilegio di essere il primo dei 145 paesi ospitati ad organizzare la propria giornata nazionale. 

    Il padiglione turkmeno, costato 3,6 milioni di euro è dedicato all'acqua — "Water for Life" — elemento simbolo di vita e tenuto in particolare considerazione in questo paese circondato dal deserto, tanto da essere celebrato ogni prima domenica d'aprile con la festa "Goccia d'acqua, pagliuzza di grano". L'altro vanto turkmeno che i visitatori dell'EXPO milanese potranno apprezzare è la leggendaria razza di cavalli Akhal-Teke, il "cavallo celeste" rinomato per la sua grazia, velocità e robustezza ed oggi simbolo nazionale del Turkemistan.  Per paura di incroci, questi cavalli non vengono mai portati all'estero, ma un'eccezione è stata fatta nell'ottobre 2014, proprio per l'Italia. Al Festival Internazionale del circo di Latina, la troupe  Galkynysh, ha vinto il premio "Latina d'Oro" grazie al numero con i cavalli di proprietà del Presidente della Repubblica del Turkmenistan.

    Nel calendario futuro del Turkmenistan c'è un anno segnato col cerchio rosso, il 2017, quando Ashgabat ospiterà i Giochi Asiatici Indoor e di Arti Marziali, l'evento destinato a presentare al mondo un'immagine nuova di questo paese.  Anche in questo caso, anche se non vi saranno atleti italiani al via, lo spettacolo potrebbe avere una firma tutta italiana. Il gruppo Filmaster, che ha curato le cerimonie alle Olimpiadi di Torino, Londra, Sochi e Rio è una delle due società in lizza per aggiudicarsi il diritto a presentare lo show dei Giochi Asiatici. Piccolo vantaggio, proprio Filmaster nel 2011 si rivolse il presidente Gurbanguly Berdimuhameddov per celebrare i 20 anni dell'indipendenza del Turkmenistan. Ufficialmente la scelta è attesa per giugno,  quando i rapporti fra Italia e Turkemistan avranno raggiunto il loro apice storico.In ambito culturale la collaborazione tra Turkmenistan e Italia è avviata da tempo: era il 2001 quando gli studiosi del centro studi archeologici dell'Università di Torino, guidati dal professor Carlo Lippolis, si recarono per la prima volta nella città di Nisa Vecchia, 18 km a sud del centro di Ashgabat. Oggi, anche grazie al loro sforzo, l'antica capitale Mithradatkert, fondata dai Parti nel III secolo A.C. è tornata ad essere visitata da locali e turisti di passaggio in questo angolo dorato dell'antica via della Seta.


    Leggi la seconda parte


     

    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik