16:22 27 Luglio 2017
Roma+ 27°C
Mosca+ 29°C
    Recinto di un carcere segreto in Polonia

    La Polonia rinforza le frontiere con la Russia

    © Foto: Getty Images
    Mondo
    URL abbreviato
    0 64419

    La Polonia sta rinforzando i controlli lungo i 200 chilometri di confine con la Russia. Sei torri di avvistamento ad alta tecnologia, alte tra i 35 e i 50 metri, svetteranno tra non molto sul territorio dell'enclave di Kaliningrad, nel tentativo di fornire alle autorità polacche aggiornamenti in tempo reale.

    Le torri saranno dotate di telecamere in funzione costantemente 24 ore al giorno per monitorare il confine in modo continuativo.

    Il progetto sarà operativo già dal prossimo giugno e avrà un costo di 14 milioni di zloty polacchi, pari a  3,4 milioni di euro, per la maggior parte coperto dal fondo per le frontiere esterne dell'Unione Europea.

    La Polonia, oltre a essere un alleato della Nato, è uno dei cinque stati membri dell'UE, insieme alla Finlandia e ai paesi baltici, che confinano con la Russia. 

    Il generale Stanisław Koziej, capo dell'ufficio della sicurezza nazionale ha dichiarato che "la Polonia dev'essere vigile per il rischio di un'aggressione da parte della Russia, che potrebbe avvenire soprattutto nei metodi della "guerra ibrida", già utilizzati in Ucraina, dove sono state inviate truppe senza bandiera". 

    Il generale aggiunge che il suo paese aumenterà la spesa per la difesa, come esempio per tutti i membri dell'Alleanza Atlantica. Secondo Koziej "ora la funzione principale della Polonia è consolidare l'unità dei paesi occidentali e rafforzare la sicurezza dell'Unione Europea".

    Anche per tale ragione l'esercito polacco sta programmando una serie di esercitazioni di 12mila riservisti e sposterà alcune unità militari nei territori orientali al confine con l'Ucraina e Bielorussia. 

    Ancora una volta compare il dubbio se nell'est dell'Europa stia crescendo un sentimento comune di preoccupato allarmismo oppure se sia più forte il desiderio di affrontare uno scontro reale, che potrebbe mettere a repentaglio l'incolumità non solo dei confini nazionali, ma soprattutto delle persone, indipendentemente dalla loro etnia.  

    Tags:
    Polonia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik