08:48 24 Luglio 2017
Roma+ 30°C
Mosca+ 13°C
    Il carro armato Abrams nel porto di Riga dove e`arrivato per far parte di esercitazione della NATO

    Le esercitazioni Nato in un clima di guerra fredda

    © REUTERS/ Ints Kalnins
    Mondo
    URL abbreviato
    0 945320

    La Nato ha dato il via a ‘Noble Jump’, un’esercitazione che servirà a testare la capacità e la velocità di reazione della nuova forza ‘Sperhead’, formalmente nota come ‘Very High Readiness Joint Task Force’

    L'obiettivo che la Nato si appresta a raggiungere con la creazione di ‘Sperhead', sulla scia di nuove sfide per la sicurezza, è il dispiegamento di forze militari durante le prime 48 ore di una crisi, anche e soprattutto per contrastare irregolari operazioni di "guerra ibrida" portate avanti da truppe senza bandiera per generare disordine nella geopolitica attuale.  

    L'Occidente continua, infatti, ad accusare la Russia di ricorrere a tali tecniche nel Donbass, in Ucraina.

     ‘Noble Jump' si concentrerà sino al 10 aprile nei Paesi Bassi e in Repubblica Ceca e costituirà l'inizio di una serie di esercitazioni volte a rafforzare le capacità militari dell'Alleanza Atlantica. In giugno la Nato proseguirà le operazioni in Polonia, mentre prenderà il nome di ‘Trident Juncture' la grande esercitazione Nato in cui saranno attivi 25mila uomini e che si estenderà tra Italia, Spagna e Portogallo.

    "Come tale, questo primo evento rappresenta un processo di apprendimento che consentirà al personale militare della NATO d'identificare sia i punti di forza che le carenze nelle prime ore dello sviluppo dell'azione militare", ha comunicato il quartier generale supremo delle potenze alleate Nato in Europa.

    Intanto, il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, ha incontrato la commissione per gli affari esteri del Parlamento europeo e la sotto commissione per la sicurezza e la difesa UE a Bruxelles.

    In questa sede, ha dichiarato di essere "un forte sostenitore di una più stretta cooperazione tra l'Unione Europea e la NATO", che può essere raggiunta "se entrambe lavoreranno insieme più strettamente."

     Secondo Stoltenberg, l'Unione europea e la NATO "sono due organizzazioni che hanno responsabilità e compiti diversi, ma che condividono gli stessi valori e lo stesso ambiente di sicurezza e si trovano proprio ora ad affrontare le stesse sfide e le stesse minacce".

     Aggiunge il segretario della Nato che "è sempre stata importante la cooperazione tra l'Unione Europea e la NATO, ma oggi sarà particolarmente decisivo rafforzare la cooperazione, dal momento che viviamo in un tempo in cui sono in atto cambiamenti fondamentali nel nostro ambiente di sicurezza. Vediamo nuove minacce e recenti sfide. Noi le vediamo provenienti da est, come conseguenza del comportamento di una Russia più aggressiva e, come tale, responsabile delle azioni militari in Ucraina, ma, allo stesso tempo, anche da sud, dal Medio Oriente e dal Nord Africa, attraverso tumulti, violenza barbara e attività terroristiche dello Stato islamico che accadono vicino ai nostri confini."

     Stoltenberg ha, pertanto, dichiarato, palesando un clima di guerra fredda oramai in atto, che le azioni comuni in Europa che la Nato vede come prioritarie sono il rafforzamento della difesa europea, nonché la costruzione di un sistema di resistenza unico con i paesi vicini all'Europa, guardando sia a est che a sud.

    Correlati:

    La NATO precisa: "le nostre azioni, risposta difensiva alle aggressioni di Mosca"
    La Nato prepara il più grande rafforzamento della difesa dalla fine della guerra fredda
    Tags:
    Esercitazioni truppe, manovre, NATO, Jens Stoltenberg, segretario generale della Nato, Paesi Bassi, Repubblica Ceca
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik