15:21 23 Marzo 2017
    il primo arresto di un foreign fighter, secondo le nuove leggi italiane vigenti in materia di antiterrorismo.

    L’Isis prende il controllo di un campo profughi palestinese in Siria

    © AP Photo/ Hatem Moussa
    Mondo
    URL abbreviato
    0 13912

    Organizzazione per la Liberazione della Palestina, ha dichiarato a Damasco che combattenti dell’Isis stamane hanno preso il controllo di gran parte del campo profughi palestinese di Yarmouk, a sud della capitale siriana

    Lo riferisce l'agenzia di stampa Arabpress, Anwar Abdel Hadi, direttore per gli affari politici dell'OLP. 

     Mentre i miliziani dello Stato islamico arretrano in Iraq, con l'esercito regolare in procinto di riprendere la città di Tikrit, il sito di Yarmouk è ora in gran parte nelle mani dei jihadisti di Abu Bakr al-Bagdadi.

    I militanti dello Stato islamico sono avanzati nell'accampamento di Yarmouk dal vicino distretto di Hajar al-Asawad, a sud del campo e hanno anche preso d'assalto l'ospedale palestinese della zona, catturando tutti i membri dello staff medico e i volontari, secondo quanto ha riferito un altro attivista palestinese all'agenzia di stampa cinese Xinhua.

    La fonte ha spiegato che la parte meridionale del campo è importante perché si tratta di una zona densamente popolata. I militanti dello Stato islamico hanno anche posizionato dei cecchini sulle sommità dei palazzi e attualmente si stanno scontrando con i gruppi rivali ribelli, che controllano l'accampamento dal 2012. Inoltre, secondo testimoni i miliziani di al-Nusra, gruppo affiliato ad al-Qaeda, si sarebbero uniti nell'occasione allo Stato islamico.

    La situazione umanitaria del campo appare grave: gli abitanti soffrono di carenza di cibo, medicinali e farmaci.

     La situazione è ora in evoluzione in tutta la Siria. La Giordania ha chiuso temporaneamente il principale valico di frontiera con la Siria per motivi di sicurezza, dopo gli intensi scontri fra esercito siriano e ribelli nelle zone vicine al confine. L'area vicino al valico di Nasib è stata circondata dai ribelli e il regime di Damasco ha bombardato le loro postazioni. Prima della crisi siriana, il valico era la principale via di transito per le merci trasportate tra la Turchia e il Golfo.

     

    Correlati:

    Isis sotto il naso, ma si teme minaccia russa
    “ISIS è il risultato principale della politica USA e di Barack Obama”
    Tags:
    ribelli, Arabpress, ISIS, Iraq, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik