12:42 22 Luglio 2017
Roma+ 30°C
Mosca+ 19°C
    Maidan, scontri dimostranti e polizia

    Consiglio d’Europa: Ministero dell’Interno di Kiev ha ostacolato l’inchiesta sui fatti del Maidan

    © Sputnik. Andrei Stenin
    Mondo
    URL abbreviato
    0 35340

    Risorse inadeguate e mancanza di coordinamento

    Il Gruppo consultivo internazionale del Consiglio d'Europa ha rilevato che l'inchiesta sui fatti violenti del Maidan, svolta dalle autorità di Kiev, non è conforme alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo e ci sono dei motivi per ritenere che il Ministero dell'Interno dell'Ucraina abbia ostacolato l'efficienza dell'indagine.

    "Il rapporto del Gruppo consultivo internazionale contiene tutta una serie di osservazioni critiche relative all'efficienza dell'inchiesta. Crediamo che ciò sia in primo luogo il risultato di alcuni errori della politica delle risorse umane e delle possibilità inadeguate della Procura generale", — ha detto il presidente del Gruppo internazionale Nicolas Bratza, che ha presentato il rapporto sugli eventi del Maidan che hanno avuto luogo nel periodo tra novembre 2013 e febbraio 2014.

    "Dal punto di vista del Gruppo internazionale, l'efficienza dell'inchiesta dipendeva soprattutto dalla cooperazione tra gli organi inquirenti. Ci sono dei seri motivi per ritenere che l'atteggiamento da parte del Ministero dell'Interno abbia creato degli ostacoli. Il Gruppo internazionale è giunto alla conclusione che tra i tre organi inquirenti non esisteva una politica di comunicazione coordinata in grado di garantire, in misura esauriente, la coerenza dell'informazione sull'andamento generale dell'inchiesta", — ha detto Bratza.

    Secondo il presidente del Gruppo consultivo internazionale, la conclusione generale è che "non si è riusciti a raggiungere un progresso significativo dell'indagine".

    Tags:
    Maidan, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik