13:13 23 Marzo 2017
    giornali

    Le prime pagine italiane del 30 marzo

    © Fotolia/ Pio Si
    Mondo
    URL abbreviato
    0 52 0 0

    L'esito del voto in Francia, con l'UMP di Nicholas Sarkozy vincitore dei ballottaggi per le provinciali, e la marcia della pace di Tunisi: sono questi i due principali argomenti su cui si concentra l'attenzione dei principali quotidiani italiani per questo inizio di settimana.

    Ampio spazio è dato poi alle vittorie italiane nel weekend dei motori, con la Ferrari e Valentino Rossi in trionfo.

    "Tunisi, la marcia dei ragazzi": è questa la scelta de Il Corriere della Sera che, nell'occhiello riferisce dell'uccisione del terzo uomo del commando del Bardo. In taglio alto, la vittoria dell'UMP ai ballottaggi per le provinciali francesi, che lasciano a bocca asciutta il Front National: "Sarkozy trionfa nei ballottaggi, a Le Pen neanche un dipartimento".

    Su La Stampa, la marcia dei 70mila di Tunisi e l'urlo dei ragazzi "Terroristi, non vincerete". A condividere l'apertura per questo lunedì 30 marzo, anche sul quotidiano torinese troviamo poi l'esito del voto francese: "Bocciato Hollande. La sfida futura è Sarkozy-Le Pen".

    Anche su La Repubblica si replica la doppia apertura su Tunisi ed elezioni francesi. Nel primo caso "La jihad non vincerà", in un titolo composito che da notizia anche dell'accordo, definito vicino dal quotidiano italiano, sul nucleare iraniano, con "Iran-USA: l'ira di Israele". In taglio centrale poi il "tracollo socialista" in Francia e Le Pen che "non sfonda". Per Sarkozy "destra mai così forte in Francia".

    Sul romano Il Messaggero troviamo invece il dibattito sulla pubblica amministrazione in Italia. Il titolo è "Statali, la riforma tocca i salari", con le indiscrezioni su quella che sarà la riforma del pubblico impiego.

    Per Il Giornale prima pagina originale, con spazio dato ad un'inchiesta sull'est Europa ed il rischio jiahdista. "In Europa sventola bandiera nera" si legge nel titolo, come sempre molto forte per il quotidiano milanese: il riferimento è alla Bosnia ed a quei paesi della cintura dell'est europeo con minoranze etniche musulmane.

    Aliffato in primo piano anche su Il Tempo. "Ecco il bimbo dell'ISIS che taglia le teste" è il titolo, riferito all'ultimo macabro video diffuso dai terroristi di Al Baghdadi.

    Correlati:

    Amministrative Francia, il ritorno di Sarkozy
    Gentiloni: Italia cancellerà 25 milioni di debito di Tunisi
    Tags:
    ISIS, Nicholas Sarkozy, Tunisia, Francia, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik