14:17 11 Dicembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 1°C
    11 febbraio a Minsk in formato di Normandia si sono incontrati i leaders della Francia, Russia, Germania e Ucraina

    Gruppo “Normandia”: in Ucraina le parti non fanno abbastanza per l’implementazione degli accordi

    © AFP 2017/ KIRILL KUDRYAVTSEV
    Mondo
    URL abbreviato
    0 31

    C’è il rischio di cronicizzazione della crisi

    A Parigi si è tenuto un incontro dei rappresentanti dei ministeri degli Esteri dei quattro paesi del gruppo "Normandia". Secondo i partecipanti all'incontro, che si è svolto a porte chiuse, le parti non fanno abbastanza per l'implementazione degli accordi, pertanto il ritmo con cui procede il processo di regolamento non può soddisfare né i paesi che hanno partecipato al negoziato Minsk-2, né i rappresentanti dell'Est dell'Ucraina.

    Il vice ministro degli Esteri Grigory Karasin, che ha guidato la delegazione della Russia, ha detto che la riunione è stata ricca di contenuto e abbastanza pragmatica.

    Il capo della missione dell'OSCE in Ucraina, Ertugrul Apakan, ha informato i partecipanti dei casi di violazione del cessate il fuoco. Secondo Grigory Karasin, le spiegazioni fornite in merito dalla parte ucraina erano "piuttosto impacciate". Mosca è allarmata anche dal fatto che Kiev si rifiuti di dialogare con le repubbliche autoproclamate. Rappresentanti di Francia e Germania hanno generalmente condiviso la tesi secondo cui tale approccio è controproducente e conduce alla cronicizzazione della crisi.

    Heidi Tagliavini, che rappresenta l'OSCE presso il Gruppo di contatto, ha assicurato che nei pressimi giorni sarà svolto un nuovo incontro trilaterale, al quale parteciperanno i rappresentanti plenipotenziari di Donetsk e Lugansk.

    Correlati:

    Oggi a Parigi un incontro tra i “quattro della Normandia”
    A Berlino i “quattro della Normandia” cercano di superare le divergenze
    Tags:
    accordi di Minsk, Gruppo "Normandia", Parigi
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik