10:59 14 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 1°C
    La polizia sorveglia l`entrata del Museo del Bardo

    Bardo, arrestato il leader del commando

    © REUTERS/ Anis Mili
    Mondo
    URL abbreviato
    0 0 0

    Fermato l'uomo ritenuto il leader della cellula che lo scorso 18 marzo ha attaccato il Museo del Bardo di Tunisi.

    A darne notizia il segretario di Stato presso il Ministero degli Interni di Tunisi, Rafik Chelli. Secondo quanto riferito da Chelli al quotidiano tunisino Al Maghreb, la cellula colpita era composta da sedici elementi, di cui almeno due di nazionalità tunisina e di cui è stata confermata la presenza in Siria nei mesi scorsi, prima del rientro in patria, presumibilmente per preparare l'attentato. Ancora in fuga invece il terzo uomo, Maher Kaidi, che faceva parte del gruppo di fuoco del 18 marzo.

    Le attività di intelligence sono da giorni coordinate da una nuova struttura governativa, creata per potere coprire in modo più efficace le zone interessate dai flussi turistici della capitale tunisina. L'unità di crisi, presieduta dal capo del governo Habib Essid, si trova già di fronte ad una importante prova, con il World Social Forum in corso di svolgimento proprio a Tunisi.

    Correlati:

    Tunisi, Gentiloni: due vittime e due dispersi sono italiani
    L’attentato di Tunisi rimescola le schegge impazzite del Medioriente
    Tags:
    atto terroristico, Il Ministero degli Interni, Habib Essid, Tunisia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik