09:03 12 Dicembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca-1°C
    Igor Kolomoysky

    Kiev decide di ritirare i fondi di "Ukrtransnafta" dalla banca di Kolomoysky

    © REUTERS/ Valentyn Ogirenko/Files
    Mondo
    URL abbreviato
    0 90

    In Ucraina prosegue il braccio di ferro tra l'oligarca e governatore di Dnepropetrovsk Igor Kolomoysky e il governo. Motivo dello scontro è il controllo di Ukrtransnafta, la più grande compagnia energetica del Paese, ma secondo alcuni analisti dietro potrebbe esserci una lotta di potere tra lo stesso Kolomoysky e il presidente in carica Poroshenko.

    Tutti i depositi finanziari della compagnia energetica ucraina "Ukrtransnafta" saranno trasferiti in banche di proprietà statale, in modo che tutti i fondi saranno tolti da "PrivatBank", istituto di credito controllato dall'oligarca Igor Kolomoysky, ha dichiarato in una conferenza stampa il ministro dell'Energia e dell'Industria del Carbone del Paese Vladimir Demchishin.

    "Ho disposto di trasferire i conti e depositi dell'impresa nelle banche di proprietà statale,"

    — ha detto. Una disposizione analoga il ministro l'ha data a tutte le imprese gestite dal suo dicastero.

    Tuttavia Demchishin non è sicuro che l'operazione abbia successo.

    "Non so se avremo accesso ai conti,"

    — ha detto.

    In precedenza il rappresentante permanente della Russia presso la UE Vladimir Chizhov aveva dichiarato che la situazione sviluppatasi intorno alla compagnia "Ukrtransnafta" è un segnale del collasso dello Stato ucraino.

    Tags:
    Finanze, Economia, Ukrtransnafta, PrivatBank, Ministero dell'Energia, governo, banche, Vladimir Demchishin, Igor Kolomoysky, Vladimir Chizhov, Ucraina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik