23:11 22 Marzo 2017
    Rafael Correa

    Il presidente dell'Ecuador accusa la CIA di coinvolgimento nelle proteste violente dell'estrema destra

    © Sputnik. Mikhail Fomichev
    Mondo
    URL abbreviato
    131981

    Il presidente dell'Ecuador Rafael Correa ha dichiarato che le forze di opposizione dell'estrema destra e la CIA possono aver avuto legami nelle violenti proteste avvenute nel Paese questa settimana.

    Il presidente dell'Ecuador Rafael Correa ha accusato la CIA di essere coinvolta nell'organizzazione delle proteste per far precipitare il Paese nel caos e nella violenza.

    "Nell'opposizione di estrema destra si sono infiltrati agenti della CIA per indebolire il governo,"

    — il canale Telesur cita le parole di Correa.

    Giovedì scorso si sono svolte nella capitale Quito manifestazioni di protesta dell'opposizione, accompagnate da azioni violente da parte dei dimostranti.

    Tags:
    Opposizione, Proteste, Manifestazione, CIA, Rafael Correa, Ecuador, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • avatar
      cristina
      non sarebbe una novità un coinvolgimento della Cia in Sud America, è storia degli attentati colpi di stato in quelle terre con forze politiche di estrema destra locali. Non è un caso che Correa ha subito nel 2010 mi sembra un attentato, è un bersaglio in quanto persona molto intelligente che ha fatto tremare molti sporchi e vecchi interessi. Se lo sospetta evidentemente sono sospetti fondati in quanto vengono da una persona capace e intelligente e conoscitore profondo della realtà.
    Mostra nuovi commenti (0)