23:09 22 Marzo 2017
    Denis Pushilin

    I filorussi di Donetsk ritengono molto probabile una nuova escalation della guerra in Ucraina

    © Sputnik. Vitaliy Belousov
    Mondo
    URL abbreviato
    0 42080

    Durante i negoziati a Minsk, le autorità autonomiste del Donbass hanno fatto sapere di non essere disposte a piegarsi ai diktat di Kiev, ma di voler dialogare da pari, nel rispetto del piano di pace concordato nella capitale bielorussa.

    Il vice presidente del Consiglio nazionale (Parlamento) dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk (DNR) Denis Pushilin ha affermato che la probabilità di escalation del conflitto ucraino sono alte.

    "Ora è necessario decidersi su "Minsk-2", se rimarrà la stessa situazione ci saranno ancora "Minsk-3", 4 o 5, quindi non ha alcun senso continuare. Non dobbiamo agire emotivamente, dal momento che la ripresa delle azioni militari porta con sè nuove vittime e nuove distruzioni,"- ha aggiunto Pushilin.

    Secondo il leader filorusso, "non bisogna farsi prendere dalle emozioni, ma serve attendere la valutazione degli accordi di Minsk da parte del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

    "L'ultima parola spetta al presidente della repubblica, quando prenderà una decisione sulla base dei dati che abbiamo. Al momento continuiamo il processo di ricostruzione interna", — ha detto il rappresentante della DNR ai colloqui Minsk, aggiungendo che Donetsk intende "agire nell'ambito del piano di pace", senza permettere a Kiev "di dettare unilateralmente come organizzare la vita dopo la guerra".

    Tags:
    Guerra, Pace, accordi di Minsk, Denis Pushilin, Ucraina, Donbass, Repubblica popolare di Donetsk
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik