14:41 20 Luglio 2017
Roma+ 28°C
Mosca+ 21°C
    Ministro Lavrov a Parigi dopo gli incontri dei Quattro di Normandia

    Lavrov: reazione di Washington alle decisioni di Kiev è “paradossale”

    © REUTERS/ Francois Guillot / Pool
    Mondo
    URL abbreviato
    0 1497251

    “Pare che Washington stia istigando Kiev...”

    Il ministro degli Esteri della Russia Sergej Lavrov ha definito paradossale il fatto che Washington abbia salutato le decisioni di Kiev che rappresentano una grave violazione dei suoi impegni per il regolamento della situazione nell'Est dell'Ucraina. È come se Washington stesse istigando Kiev alla soluzione armata del conflitto nel Donbass, ha detto Lavrov.

    Il capo della diplomazia russa ha auspicato una reazione adeguata da parte della Germania e della Francia in merito alle ultime decisioni di Kiev sul Donbass.

    "I dirigenti dell'Ucraina hanno in pratica rinnegato i loro impegni che li obbligavano a condurre un dialogo diretto e a negoziare con il Sud-Est del paese, in particolare sul problema delle elezioni e sull'applicazione della legge sullo status speciale, pertanto speriamo che queste azioni non sfuggano all'attenzione di Germania e Francia i cui leader hanno investito la loro autorevolezza negli accordi di Minsk del 12 febbraio", — ha dichiarato Lavrov.

    Il ministro ha rilevato:

    "Credo che sia ormai maturata l'esigenza di tenere un altro colloquio in "formato Normandia". Ho proposto ai miei colleghi, ministri degli Esteri di Francia e Germania, di intraprendere urgentemente dei passi congiunti per evitare che la situazione cominci a rotolare lungo il piano inclinato".    

    Correlati:

    Lavrov invia un messaggio a Steinmeier e Fabius
    Lavrov: USA e UE dovrebbero usare sanzioni contro Ucraina
    Tags:
    Donbass, Kiev, Sergej Lavrov, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik