22:46 25 Marzo 2017
    Truppe ucraine

    Portavoce di Putin: invio dei consiglieri occidentali in Uraina non favorisce la distensione

    © AP Photo/ Efrem Lukatsky
    Mondo
    URL abbreviato
    0 32751

    Decisione che non contribuisce alla fiducia

    La presenza dei consiglieri militari dei paesi esteri in Ucraina non favorive la distensione e la soluzione del conflitto nell'Est del paese, ha dichiarato il portavoce del presidente della Russia, Dmitry Peskov.

    In precedenza USA, Gran Bretagna e Polonia avevano dichiarato l'intenzone di inviare in Ucraina dei loro consiglieri per addestrare le truppe ucraine e di fornire altro sostegno all'esercito di Kiev.

    "Ciò non favorisce certamente né la fiducia, né la distensione. Possiamo affermare che indubbiamente non favorisce il regolamento", — ha detto Peskov.

    Le trattative del 12 febbraio tra i "quattro della Normandia" si erano svolte sullo sfondo di un brusco inasprimento della situazione provocata dalle truppe ucraine che, dopo aver ingrandito le forze, cominciarono ad attaccare le postazioni delle milizie. Sulla base dei risultati dell'incontro tra i leader di Russia, Ucraina, Francia e Germania veniva approvato un complesso delle misure che fra le altre cose prevede il cessate il fuoco a partire dal 15 febbraio, il ritiro delle armi pesanti e la creazione di una zona di sicurezza.

    Correlati:

    Vice presidente USA: a breve inizieremo l’addestramento dei militari ucraini
    Tags:
    Consiglieri, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik