02:35 21 Luglio 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 14°C
    Petr Poroshenko e John Kerry

    “In Russia niente caos e consenso di Putin senza precedenti: fallite le sanzioni e la politica USA in Ucraina”

    © Sputnik. Mikhail Markiv
    Mondo
    URL abbreviato
    0 1425323

    L'attivista politico Kevin Zeese ritiene che gli Stati Uniti vogliano portare il caos in Russia, tuttavia le sanzioni hanno prodotto il risultato opposto: sempre più cittadini russi si sono stretti intorno al governo e al presidente Putin.

    Le sanzioni occidentali sono state introdotte con lo scopo di portare il caos in Russia, tuttavia hanno generato il risultato opposto, ha dichiarato l'attivista politico Kevin Zeese in un'intervista con Press TV.

    Zeese è sicuro che, dopo aver speso miliardi di dollari, gli Stati Uniti abbiano sponsorizzato la crisi politica in Ucraina nel 2014 ed ora stanno facendo tutto il possibile per "far esplodere una guerra tra la Russia e l'Ucraina."

    "La crisi ucraina è iniziata dopo che l'amministrazione di Obama ha speso 5 miliardi di dollari per sostenere l'opposizione ad un governo democraticamente eletto a Kiev ed organizzare un colpo di stato," — rileva Zeese.

    Proprio questa "rivoluzione", a suo parere, ha prodotto la spaccatura tra la parte occidentale e orientale dell'Ucraina. Tenendo conto di questo contesto, è sorprendente come la "propaganda degli Stati Uniti dipinge la Russia come l'aggressore," rileva Zeese.

    Zeese fa notare che le varie ondate di sanzioni imposte dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea "non hanno impattato come prevedeva Washington."

    In realtà, è convinto l'attivista, le sanzioni antirusse si sono rivelate un fallimento. I russi si sono stretti intorno al governo e manifestano un sostegno ancor più forte nei confronti del presidente Vladimir Putin. Inoltre le sanzioni sono la prova dell'interferenza degli Stati Uniti in Ucraina.

    Tags:
    Occidente, sanzioni antirusse, Maidan, Geopolitica, Finanze, Opposizione, crisi, governo, Vladimir Putin, Barack Obama, Ucraina, Russia, Unione Europea, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik