11:06 14 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 1°C
    Aiuti umanitari russi in Siria

    Unicef: 14 milioni di bambini vivono la guerra in Iraq e Siria

    © Sputnik. Andrei Stenin
    Mondo
    URL abbreviato
    0 40

    Ieri è stato ufficializzato un rapporto dell'Unicef che denuncia i traumi di circa 14 milioni di bambini in Siria e in Iraq, che vivono la tragica esperienza della guerra e della violenza.

    Il 2014 è stato l'anno peggiore, che ha visto un incremento di un terzo dei bambini che necessitano di assistenza umanitaria.

    Purtroppo, Antonio Guterres, capo della agenzia per i rifugiati delle Nazioni Unite, sottolinea che in "con appelli umanitari sistematicamente sottofinanziati, non solo non è sufficiente un aiuto per rispondere alle esigenze colossali, né tantomeno è possibile il sostegno allo sviluppo dei paesi vicini alle zone di guerra.

    Hanaa Singer, rappresentante Unicef ​​in Siria, sostiene che in ampi settori del paese controllato dallo Stato islamico, i bambini hanno sempre più ruoli attivi nel conflitto e sono sottoposti ad un intenso indottrinamento, oltre che all'addestramento all'uso delle armi. Molti vengono reclutati come combattenti, altri come messaggeri e altri addirittura per i controlli al checkpoint. Presso il quartier generale dello Stato islamico, a Raqqa, sono state aperte scuole che insegnano sistematicamente come lanciare bombe e posizionarle sotto i veicoli.

    http://t.co/0Hq98HOlfR #childrenofsyria pic.twitter.com/IjJzzcfkW0

    Nonostante il conflitto, l'Unicef ​​e i partner locali hanno fornito una copertura antipolio a 2,9 milioni di bambini e sono stati consegnati 840.000 dosi di vaccino contro il morbillo.

    Hanaa Singer afferma che l'Unicef ha sollecitato "investimenti a lungo termine in modo che i bambini possano sopravvivere e cominciare a costruire la prossima fase della loro vita." Grazie a forniture di cloro ottenute da agenzie umanitarie internazionali, ingegneri siriani hanno garantito la fornitura di acqua potabile a 16 milioni di persone, ma le Nazioni Unite stimano che 4,8 milioni di persone, tra cui due milioni di bambini, sono rimasti intrappolati in aree che non possono essere raggiunto regolarmente dalle agenzie umanitarie che forniscono l'assistenza.  

    L'Unicef ​​ha chiesto circa 815 milioni dollari per operazioni umanitarie in Siria e nei paesi limitrofi nel 2015, ma per ora, ha ricevuto poco più di un decimo di tale importo.

     

     

    Tags:
    Emergenza Umanitaria, Bambini, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik