05:37 15 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Igor Plotnitsky ed Alexander Zakharchenko

    Lettera aperta dei leader filorussi di Donetsk e Lugansk alla Merkel ed Hollande

    © Sputnik. Sergey Averin
    Mondo
    URL abbreviato
    0 332

    Le autorità di Donetsk e Lugansk chiedono ad Angela Merkel e Francois Hollande, in qualità di garanti degli accordi di Minsk, di fare pressione sull'Ucraina affinchè mantenga gli impegni assunti per il processo di pace nel Donbass.

    I leader delle Repubbliche autonomiste di Donetsk (DNR) e Lugansk (LNR), rispetivamente Alexander Zakharchenko ed Igor Plotnitsky, si sono rivolti al presidente francese Francois Hollande e al cancelliere tedesco Angela Merkel, sostenendo come l'Ucraina stia sabotando gli impegni presi a Minsk.

    "Siamo costretti a rivolgersi a voi come garanti degli accordi di Minsk per fare pressioni sull'Ucraina, tramite anche sanzioni personali ed economiche, per costringere il governo di Kiev ad attuare una serie di misure approvate dal gruppo di contatto il 12 febbraio di quest'anno a Minsk con la vostra attiva partecipazione," — scrivono in una lettera congiunta i leader della DNR e LNR.

    Tra gli altri punti della lettera dei rappresentanti delle repubbliche separatiste, si indicano la richiesta di inviare esperti per contribuire alla ripresa del sistema bancario del Donbass, il divieto di ingresso nel territorio dell'Unione Europea di alcuni politici ucraini, nonché di sospendere l'assistenza finanziaria a Kiev, fino a quando le autorità ucraine non assicureranno le condizioni per l'eliminazione del blocco economico e per la risoluzione politica del conflitto.

    Tags:
    Accordi di Minsk, Sanzioni, François Hollande, Politica Internazionale, Pace, Igor Plotnitsky, Alexander Zakharchenko, Angela Merkel, Repubblica Popolare di Lugansk, Repubblica popolare di Donetsk, Donbass, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik