12:39 22 Luglio 2017
Roma+ 30°C
Mosca+ 19°C
    soldato ucraino

    Donbass: milizie di Donetsk dubitano che Kiev stia ritirando le sue armi

    © AP Photo/ Mstyslav Chernov
    Mondo
    URL abbreviato
    0 37142

    Il rappresentante della Repubblica popolare di Donetsk presso il gruppo di contatto, Denis Pushilin, ha dichiarato che le autorità della repubblica autoproclamata sono piuttosto scettici per quel che riguarda il ritiro delle armi pesanti da parte di Kiev.

    Che questo scetticismo sia fondato, lo dimostra il bombardamento sferrato oggi contro l'aeroporto di Donetsk.

    "I dubbi sono tropppo grandi. E ci sono dei validi motivi per ritenerlo: si pensi ad esempio al bombardamento di oggi che ha interessato la zona dell'aeroporto e la missione dell'OSCE", — ha detto Pushilin.

    Il portavoce della Repubblica di Donetsk ha rilevato che gli osservatori dell'OSCE "sono effettivamente finiti sotto i proiettili sparati dalla parte ucraina". Secondo Pushilin, l'accaduto è dovuto al fatto che l'esercito ucraino ha cominciato troppo tardi il ritiro delle armi.

    "Se ora non saranno intrapresi dei passi per ritirare le armi pesanti e iniziare la discussione sulle questioni politiche ed economiche, ci troveremo sull'orlo della scalata del conflitto", — ha sottolineato Denis Pushilin.

    Correlati:

    Donbass: parlano i volontari stranieri che fiancheggiano le milizie
    Nel Donbass è vera catastrofe umanitaria
    OSCE nel Donbass: i rapporti saranno settimanali
    Tags:
    OSCE, Denis Pushilin, Donbass, Donetsk
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik