08:08 18 Dicembre 2017
Roma+ 4°C
Mosca+ 0°C
    Piccola koala nello Zoo  di Australia

    Eutanasia dei koala in Australia, la colpa è dell’uomo

    © flickr.com/ rubber bullets
    Mondo
    URL abbreviato
    130

    Le autorità dell’Australia hanno ucciso quasi 700 koala nell’area di Cape Otway, sulla costa merdionale del paese, ha riferito mercoledì il ministro dell’Ambiente di Victoria, Lisa Neville, spiegando che il numero degli animali era fortemente cresciuto.

    Questa decisione era necessaria per prevenire la fame tra i koala, perché il cibo nell'area era insufficiente per la popolazione di questi animali. Citando il ministro l'agenzia France Presse ha comunicato che 686 esemplari erano malati o sottoalimentati, sono stati quindi sottoposti all'eutanasia dai veterenari.

    A Cape Otway misure analoghe erano già state intraprese nel 2013 e 2014.

    Il Fondo australiano per la protezione dei koala ha dichiarato che oggi nel paese abitano meno di 100 mila esemplari, mentre nel 1788 erano più di 10 milioni. Secondo i rappresentanti del Fondo, il governo australiano deve vergognarsi di quanto ha fatto.

    L'eutanasia dei koala in Australia dimostra che il programma di distribuzione della specie non funziona come dovrebbe funzionare. Sono andati contro la legge della natura, perché la foresta è in grado di sfamare un determinato numero di animali, ha detto al corrispondente dell'agenzia RIA Novosti Vladimir Krever che dirige i programmi di biodiversità di WWF Russia. È un classico esempio della leggerezza con cui talvolta vengono lanciate iniziative per la protezione dell'ambiente, egli ha detto. La natura ha le sue leggi, esiste un concetto della capacità dell'habitat. Quando cominciano a mancare i predatori, la crescita della popolazione diventa incontrollabile, ai koala comincia a mancare il cibo e allora muoiono di fame.

    Secondo Vladimir Krever, a differenza dei colleghi australiani, in Russia gli scienziati fanno in anticipo il calcolo dell'habitat, quando devono decidere dove gli animali andranno a vivere e se saranno in grado di trovare cibo.

     

    Tags:
    animali, Koala, Australia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik