21:14 23 Marzo 2017
    Bandiera ISIS

    Libia, Isis circondato a Derna

    © Sputnik. Andrey Stenin
    Mondo
    URL abbreviato
    0 95720

    Nelle ore in cui il parlamento libico di Tobruck ha deliberato per la ripresa del negoziato sotto l'egida delle Nazioni Unite, l'esercito regolare annuncia di essere pronto a bombardare le postazioni ISIS a Derna, roccaforte libica del califfato.

    E' prevista per domani la ripresa del negoziato guidato dalla missione ONU in Libia. A comunicarlo ai media libici è stato un portavoce del governo legittimo con sede temporanea a Tobruck. Conferme ufficiali anche da parte delle Nazioni Unite, che attraverso un comunicato hanno reso noto che il tavolo verterà su tre questioni ritenute fondamentali: il ritiro scaglionato di tutti i gruppi armati, la formazione di un governo di unità nazionale ed un calendario di scadenze per redigere la nuova costituzione. La mediazione dell'inviato ONU Bernardino Leon viene tuttavia ritenuta dagli analisti molto complessa. Lo stesso Leon, a conferma dello scetticismo latente sull'esito delle trattative, ha manifestato più di una perplessità, invocando la soluzione politica come non più differibile. "In Liba ci sono troppe armi — ha dichiarato al quotidiano italiano La Repubblica — il mondo s'impegni per l'embargo totale".

    Nel frattempo, l'esercito regolare libico sotto il comando del generale Haftar ha fatto sapere, tramite un suo portavoce, di avere inflitto un duro colpo alla resistenza ISIS nella città di Derna, che sarebbe ora circondata. "L'esercito attende ordini" ha detto il portavoce dell'esercito, che ha aggiunto che tutto è pronto per i radi aerei sugli obiettivi sensibili del califfato nella città ad est della Libia, ancora sotto i controllo dei miliziani di Abu Bakr Al Baghdadi.  

    Correlati:

    ISIS, uccisi 15 cristiani rapiti in Siria
    L' Egitto pronto a un attacco di terra in Libia
    Renzi dice alla Nato: “Pensate alla Libia”
    Tags:
    ISIS, ONU, Al Baghdadi, Libia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik