23 dicembre 2014, 18:10

Inaugura al Museo Pushkin di Mosca la mostra italiana “Piero della Francesca e i contemporanei”

Inaugura al Museo Pushkin di Mosca la mostra italiana “Piero della Francesca e i contemporanei”

Per Irina Antonova, presidente dell’istituzione museale, «un’occasione speciale per in nostro Paese in questo momento difficile».

Evento chiave della stagione museale di Mosca, l’esposizione dedicata a Piero della Francesca e alle sue Madonne rinascimentali sta registrando, pur nella congiuntura economica delicata, una notevole affluenza di pubblico.

Tra le opere esposte, spicca il celebre quadro di Piero della Francesca (1412-1492), la "Madonna con il bambino", noto anche come la "Madonna di Senigallia" (1474), proveniente dalla Galleria Nazionale delle Marche di Urbino.

«La Madonna vuol dire amore nell'arte, e vuol dire così ovunque, in Italia come nel nostro Paese» ha affermato Irina Antonova, 92 anni, una delle presenze più longeve nel mondo dell'arte in Russia e presidente della prestigiosa istituzione museale. «In un momento così difficile – ha proseguito Antonova – questa rappresenta per noi un’occasione speciale, per la quale vi ringraziamo».

Soddisfatto anche l’ambasciatore italiano a Mosca, Cesare Maria Ragaglini il quale, pur sottolineando che l’intenso semestre di Presidenza italiana dell’UE è coinciso con «una delicata situazione politica internazionale», ha ribadito l’alto valore simbolico di un evento dedicato al Rinascimento italiano quale efficace strumento per decifrare lo stato dei rapporti tra i due Paesi.

«Queste mostre – ha concluso Ragaglini – ci hanno infatti permesso di avere importanti rapporti con i più importanti musei di Russia».

 

  •  
    Condividere su