18 dicembre 2014, 12:34

Grande conferenza stampa del Presidente russo Vladimir Putin

Grande conferenza stampa del Presidente russo Vladimir Putin

Il Presidente russo Vladimir Putin ha aperto la sua conferenza stampa annuale con una panorama degli indici economici del Paese di quest'anno.

Secondo il leader russo, la crescita del prodotto interno lordo per i 10 mesi di quest'anno può raggiungere lo 0,7-0,6%. Putin ha riferito che il saldo della bilancia commerciale della Russia è aumentato di 13,3 miliardi di dollari e ha raggiunto 148,4 miliardi di dollari.

 

Alla Russia, nel peggiore dei casi, saranno necessari due anni per superare la crisi, ha detto il Presidente Vladimir Putin durante la sua una grande conferenza stampa.

Se la situazione nell'economia russa peggiorerà, occorrerà correggere i piani, ha detto Putin. Allo stesso tempo, il capo di Stato è sicuro che l'uscita della crisi è certa.

Il Presidente ha anche espresso la speranza che continuerà la tendenza al ribasso dei tassi di cambio delle valute estere e il rafforzamento del rublo. Secondo Putin, ilo governo prevede di applicare le misure che sono state utilizzate con successo nel 2008.

 

La Russia esorta l'Occidente a cessare la costruzione dei muri di separazione.

Il Presidente russo Vladimir Putin ha definito giusta la posizione dura di Mosca sulle varie crisi internazionali, tra cui l'ucraina.

La posizione della Russia, ha detto Putin, deve far capire ai partner stranieri che è necessario costruire uno comune spazio umanitario di sicurezza.

Così il Presidente russo ha commentato le parole di uno dei giornalisti sul fatto che quest'anno per alcune settimane è stato creato un muro di diffidenza, sospetto e alienazione tra la Russia e molti altri Stati.

Putin ritiene che il problema principale delle relazioni internazionali riguardi i partner che non si sono fermati nella costruzione dei muri e si sentono imperialisti. "L’estensione della NATO ad est, lo scudo antimissile non sono un muro?" ha detto Putin.

 

Il Presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato la disponibilità della Russia a svolgere il ruolo di mediatore per avviare un dialogo in Ucraina tra le parti in conflitto. La crisi in Ucraina dovrebbe essere risolta con mezzi politici il più veloce possibile, ritiene Putin.

Parlando alla sua conferenza stampa annuale, il Presidente ha osservato che il blocco economico del Donbass è una strada dannosa per la statualità dell’Ucraina. Ha evidenziato che è una via senza prospettive e porterà solo danni al popolo ucraino.

Il Presidente ha sottolineato che la Russia continuerà a fornire assistenza umanitaria al Donbass. E se Kiev vuole ristabilire la pace, deve rispettare gli interessi degli abitanti di questa regione.

 

Nel prossimo futuro l’Europa non troverà fornitore più conveniente e più affidabile della Russia, ha dichiarato Vladimir Putin.

Secondo il leader russo, la possibilità di creare un hub europeo del gas al confine tra Turchia e Grecia dipenderà dalla volontà dell'Unione Europea. La Russia, a sua volta, è pronta a lavorare in questa direzione, ha posto l’accento Putin.

Ha anche parlato delle forniture del gas russo alla Cina. Il Presidente ha dichiarato che il contratto con la Cina non è svantaggioso per nessuna delle due parti nonostante le reciproche agevolazioni.

Gazprom e la cinese CNPC a maggio hanno firmato un contratto trentennale che prevede la fornitura dalla Russia alla Cina di 38 miliardi di metri cubi di gas annuali attraverso la via orientale.

 

Il Presidente russo Vladimir Putin ritiene che la situazione attuale nell'economia del Paese è peggiorata solo per un quarto a causa delle sanzioni occidentali.

Secondo il leader russo, le sanzioni non sono il prezzo per l'adesione della Crimea. "Questo è il costo per il nostro desiderio naturale di mantenerci come Stato", ha detto Putin. Il Presidente ha ricordato che dopo il crollo dell'Unione Sovietica la Russia si è aperta ai partner occidentali e in cambio ha ricevuto un "sostegno diretto e completo del terrorismo nel Caucaso del Nord".

Putin ha ricordato l’entusiasmo della Russia nei preparativi delle Olimpiadi di Sochi per regalare una festa sportiva a tutto il mondo e i tentativi senza precedenti di impedire la realizzazione dell’evento da parte di alcuni politici in diversi Paesi.

 

Le autorità russe non si occupano di aizzare le persone che si oppongono alle loro politiche, ha detto il Presidente russo Vladimir Putin.

Il capo di Stato ritiene che la linea tra l'opposizione e la "quinta colonna" è molto sottile. Secondo il Presidente, l'oppositore anche se è molto duro, alla fine lotta per gli interessi della sua patria, ma la "quinta colonna" è composta da persone che eseguono ciò che viene dettato loro a favore degli interessi di un altro Stato.

 

La verità della situazione con il conflitto ucraino è dalla parte della Russia e non dell'Occidente, ha detto Putin. Se l'Occidente avesse invitato tempestivamente gli organizzatori del colpo di stato in Ucraina a mantenere l'ordine, ora non ci sarebbe la guerra civile nel Paese.

Putin ha aggiunto che la posizione della Russia fina dall’inizio è stata retta e oggettiva.

Inoltre, il Presidente ritiene che la Russia difende con fermezza i propri interessi nazionali e proprio questo fatto provoca la reazione negativa dei partner occidentali. Putin ha sottolineato che la Russia è pronta a sviluppare relazioni normali con l'Occidente nel settore della sicurezza, della lotta al terrorismo, della non proliferazione delle armi nucleari e contro la droga.

 

Gli Stati Uniti creano una minaccia per la Russia, schierando lo scudo antimissile in Europa orientale, ha dichiarato il Presidente Vladimir Putin.

Ha ricordato che gli Stati Uniti hanno schierato gli elementi dello scudo antimissile non solo in Alaska, ma anche in Europa: in Romania e in Polonia. "Proprio accanto a noi", ha detto il Presidente russo.

Putin ha riferito che il bilancio del Ministero della Difesa russo aumenterà l’anno prossimo per 50 miliardi di dollari. Tuttavia, ha sottolineato che il bilancio del Pentagono è di 575 miliardi di dollari.

Il Presidente ha dichiarato che la Russia non svolge nessuna politica aggressiva. La Federazione Russa ha solo due basi militari all'estero nelle zone più pericolose a causa della minaccia terroristica: in Kirghizistan e in Tagikistan.

Putin ha ricordato che i voli dei bombardieri strategici dell’Aeronautica militare russa sono iniziati solo qualche anno fa, mentre gli aerei americani non hanno mai smesso di pattugliare.

 

La risoluzione del problema nucleare iraniano è molta vicina, la leadership di Teheran dimostra una maggiore flessibilità, ha dichiarato durante la sua grande conferenza stampa annuale il Presidente russo Vladimir Putin.

"Non riesco a capire il motivo per cui non è stato ancora firmato l'accordo definitivo sul programma nucleare iraniano. Spero che questo accadrà presto", - ha detto Putin.

Il Presidente ha aggiunto che la Russia si sta sforzando di aumentare gli scambi commerciali con l'Iran e di migliorare le sue strutture.

  •  
    Condividere su