24 luglio 2014, 19:42

Le carceri segrete della CIA in Polonia sono state riconosciute come una violazione dei diritti umani

Le carceri segrete della CIA in Polonia sono state riconosciute come una violazione dei diritti umani

La Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) giovedì ha riconosciuto che le autorità polacche hanno violato i diritti umani, consentendo alla CIA di tenere i detenuti nel proprio territorio.

La procura polacca dal 2008 sta indagando sulle detenzioni operate nel 2003 in Polonia in un centro americano segreto in cui la CIA estorceva prove torturando i sospettati di terrorismo. L'inchiesta ha rivelato tre vittime e un imputato.

Le autorità polacche, a loro volta, hanno dichiarato che la decisione di collaborare con la CIA nel 2002 fu presa sullo sfondo della minaccia del terrorismo dopo gli attentati di New York.

  •  
    Condividere su