18:12 17 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
110
Seguici su

Aumenta sensibilmente il numero di passeggeri contagiati dal coronavirus che provenivano dall'India. Da 23 si passa a 86 casi riscontrati dal monitoraggio sanitario.

L’aereo atterrato a Roma Fiumicino il 29 aprile e proveniente dall’India, conta ora un totale di 86 persone positive al coronavirus. Inizialmente i positivi riscontrati allo sbarco in aeroporto dal servizio sanitario furono 23, ma ora il Corriere della Sera rende noto che ulteriori 63 persone di quello stesso aereo hanno manifestato la malattia Covid-19.

Si tratta di cittadini di nazionalità indiana, che già erano in isolamento presso l’hotel Sheraton dell’Eur trasformato in Covid hotel.

Su quel volo vi erano 213 passeggeri, oltre a 10 membri dell’equipaggio.

I tamponi dei contagiati, riporta sempre il Corriere, saranno sequenziati dall’Istituto nazionale di malattie infettive Lazzaro (Inmi) Spallanzani di Roma, alla ricerca della ormai tristemente nota variante indiana (B.1.617) che in India ha messo in ginocchio il sistema sanitario e causato migliaia di vittime al giorno.

Intanto prosegue anche lo screening tra la comunità indiana che risiede nel Pontino, alla ricerca di parenti dei rientrati dall’India che, a contatto con questi ultimi, potrebbero essere stati infettati.

Le autorità sanitarie hanno messo in campo un dispositivo che deve scongiurare la diffusione della variante indiana in Italia.

Anche nel Borgo Hermada a Terracina (Latina), prosegue lo screening tra la comunità sikh di origine indiana.

Secondo alcune notizie trapelate in questi giorni, in India bastavano 30 dollari per ottenere un falso tampone e imbarcarsi per l'Italia.

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook