22:09 07 Maggio 2021
Italia
URL abbreviato
0 13
Seguici su

L'immunologa dell'università di Padova ha definito sconsigliabile l'utilizzo del vaccino AstraZeneca sulle donne di età inferiore ai 60 anni.

Il vaccino Vaxzevria di AstraZeneca non dovrebbe essere somministrato a tutti al di sotto dei 60 anni, ma soltanto agli uomini, a causa di possibili effetti collaterali gravi.

Ad affermarlo sui social è Antonella Viola, immunologa dell'università di Padova, che ha così risposto alle parole del Commissario per l'emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, il quale aveva affermato che in futuro potrebbe essere rivalutato l'uso di Vaxzevria anche per la fascia degli under 60

"Non per tutti. Il rischio di effetti collaterali gravi  è raro, ma è maggiore nelle donne giovani. D'altro canto, le donne giovani hanno un rischio inferiore agli uomini di sviluppare sintomi severi da Covid-19. Il rapporto rischi-benefici ci suggerisce quindi di vaccinare tutti gli uomini, anche con J&J, ma di tenere fermo il limite di età nelle donne. Basta con la medicina che non considera il nostro sesso", sono state le parole dell'esperta.

Le parole di Figliuolo su AstraZeneca

Ieri il Commissario Figliuolo aveva riaperto all'utilizzo di Vaxzevria anche per la fascia under 60, spiegando di aver già messo la questione sul tavolo delle autorità sanitarie.

La raccomandazione del generale Figliuolo è stata quella di procedere in modo ordinato con le vaccinazioni e lancia un appello ai presidenti delle regioni per proseguire il piano in ordine di classe d'età, dando precedenza a over 80, 70-79, over 65.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook